Marangona, il comitato Verona Sud scrive a Ikea: "No alla cementificazione"

Per il comitato l'insediamento va contro gli stessi principi di sostenibilità e sostegno alle comunità locali che il colosso svedese vuole rappresentare

Non è ancora ufficiale, ma da giorni ormai si ripete che la cessione a Ikea dell'area denominata Marangona a Ikea per l'apertura di un nuovo centro commerciale è cosa fatta. Contrari alcuni partiti politici di opposizione e anche il comitato Verona Sud che ieri, 17 marzo, ha scritto una lettera direttamente ai dirigenti di Ikea e per conoscenza anche a Comune di Verona, circoscrizione e Consorzio Zai. 

Per il comitato l'insediamento Ikea alla Marangona va contro gli stessi principi che il colosso svedese vuole rappresentare. "Nella provincia di Verona esistono molte realtà con grandi capannoni e strutture dismesse che potrebbero essere utilizzate senza così dover rovinare ulteriore terreno ancora coltivabile e non cementificato", scrivono dal comitato Verona Sud, che cita l'impegno di Ikea alla sostenibilità e cioè "avere un impatto positivo sulle persone e sul pianeta" e ancora "proteggiamo le risorse naturali e investiamo nelle energie rinnovabili".

"La prima risorsa naturale è il suolo, il quale una volta ricoperto di cemento o di asfalto, diventa improduttivo - continua la lettera del comitato veronese - Anche ammettendo che l'utilizzo di quest'area fosse resa possibile grazie alle contorte leggi italiane, quello che più ci fa gridare allo scandalo è che le cosiddette compensazioni per il vostro intervento nel comune di Verona sarebbero impiegate nella costruzione di un tratto della variante alla Statale 12Il vostro contributo dovrebbe essere invece usato per creare strutture sportive ed aree verdi di medie e grandi dimensioni di cui Verona è assai carente".

Il comitato Verona Sud fa riferimento ancora ai principi a cui Ikea si vuole ispirare e alla sua volontà di voler "contribuire a creare una vita migliore per le persone e le comunità interessate dalle nostre attività". Parole che il comitato interpreta come volontà di voler aumentare la qualità della vita della popolazione "attraverso le cose che mancano alla città - conclude la missiva - che noi riteniamo essere in primis le aree verdi e le strutture sportive coperte".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • A Verona Sud ormai non si respira già più... figuriamoci quando ci sarà anche l'idea!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Giovedì apre Adigeo: a Verona Sud scatta il piano straordinario della viabilità

  • Cronaca

    Popolare di Vicenza, pensionata veronese vince la causa. Sarà risarcita

  • Cronaca

    Lavoratori sul tetto della Coca Cola di Nogara. Lo sciopero non si ferma

  • Cronaca

    Duplice omicidio di Albaredo. Andrei Filip è stato condannato all'ergastolo

I più letti della settimana

  • Patentino per proprietari di cani obbligatorio per alcune razze: via ai corsi

  • Deceduto in ospedale il giovane di Legnago dopo l'incidente sulla 434

  • Giovedì apre Adigeo: a Verona Sud scatta il piano straordinario della viabilità

  • Auto sbatte contro un palo e si ribalta: conducente estratta dalle lamiere

  • Scontro all'incrocio tra una Mercedes e un'Audi che si ribalta: ferita una donna

  • Manager della filiale italiana, truffa l'azienda e fa sparire 10 milioni di euro

Torna su
VeronaSera è in caricamento