Arrestati al Vinitaly due insospettabili 60enni specialisti di furti sulle auto

In manette un 61enne ed un 68enne, entrambi con molti precedenti per reati contro il patrimonio, uno in particolare doveva già scontare 4 anni e mezzo di carcere

Il materiale sequestrato dalla polizia stradale veronese

Era stato uno dei punti su cui il questore di Verona Ivana Petricca aveva insistito di più nella predisposizione dei servizi in occasione del Vinitaly: intercettare i ladri che in occasione della fiera sfruttano l’enorme massa di presenze per razziare le auto in sosta.

Proprio ieri, sabato 6 aprile, durante l’allestimento per l’inaugurazione è arrivato il primo risultato. Gli uomini della polizia stradale e delle volanti hanno infatti sorpreso in flagranza due autentici esperti del settore. All’apparenza insospettabili, di 68 e 61 anni con però molti precedenti per reati contro il patrimonio, sono stati visti con un'attrezzatura completa che comprendeva un jammer (il dispositivo che consente di non far funzionare le chiusure delle auto), un duplicatore di frequenze, oltre ai più tradizionali arnesi da scasso.

I due, intercettati dagli agenti impegnati nei sopralluoghi per organizzare la visita del premier Conte, insieme alle volanti della questura, avevano già portato via un computer, due casse di vino è una carta per il rifornimento di carburante. Uno dei due è stato trovato in possesso di una patente falsa che riportava i dati del fratello. Il motivo? Doveva scontare quattro anni e mezzo di carcere per pene passate in giudicato. Uscirà una volta espiate le condanne.

«L’attenzione per chi in questi giorni andrà in fiera è di non lasciare oggetti di valore in auto, - raccomanda il comandante della polstrada veronese, Girolamo Lacquaniti - se possibile chiudere la vettura con le chiavi anziché il telecomando che, con le moderne tecnologie, sempre più spesso consentono ai ladri di agire indisturbati senza aver bisogno di effrazioni ed in pochi istanti ripulire bagagliai e abitacoli».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento