Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Vino Virtus, Polizia e produttori insieme per il bere responsabile

Durante i giorni di Vinitaly e Vinitaly and the City, gli agenti veronesi saranno presenti con due stand per mostrare i rischi della guida in stato di ebrezza

 

Da oggi, 5 aprile, prende il via Vinitaly and the City, il fuori salone della più importante manifestazione fieristica dedicata al vino, la quale invece partirà domenica 7 e si concluderà il 10 aprile. E per tutte le giornate di Vinitaly e di Vinitaly and the City la Polizia di Stato promuoverà l'ormai tradizionale campagna di sensibilizzazione sociale «In Vino Virtus - Change your Drinking, Save your Life», l'unico progetto in tutta Europa a vedere una forza di polizia come promotrice di un'iniziativa di educazione alla guida sicura e al bere responsabile, in diretta collaborazione con le aziende vinicole e le associazioni di categoria. Proprio in virtù di questo primato, l'iniziativa giunta al suo quinto anno ha ottenuto il benestare del Capo della Polizia ed ha ricevuto i patrocini del Parlamento Europeo, del Ministero dell'Interno e del Ministero delle Politiche Agricole.

A presentare l'iniziativa, questa mattina in questura, sono stati il vicario del questore Giuseppe Maggese, il presidente di Veronafiere Maurizio Danese, Sandro Sartor, consigliere dell'Unione Italiana Vini, e il comandante della Polizia Stradale di Verona Girolamo Lacquaniti.

Conferenza In vino Virtus-2

Il video riprende una parte della presentazione di Maggese, il quale ha anche spiegato che per i cinque giorni dell'iniziativa gli operatori della polizia saranno in Piazza dei Signori e con uno stand all'interno della fiera per far provare a tutti i cittadini gli effetti della guida in stato di ebrezza attraverso dei simulatori. Oltre alle simulazioni, gli esperti della Polizia Stradale forniranno ai visitatori ogni utile informazione e consiglio per scongiurare i rischi legati all'eccessiva assunzione di bevende alcoliciche, anche attraverso strumenti come l'etilometro e il precursore. Tutto questo per veicolare al meglio il messaggio del bere consapevole, moderato e responsabile. «Il vino è convivialità e non trasgressione - ha aggiunto Danese - E questa iniziativa, oltre ad accrescere la sicurezza di tutti i cittadini, valorizza il vino stesso come prodotto».

in vino virtus polizia vinitaly-2

E anche quest'anno sono state prodotte, gratuitamente, delle bottiglie di vino le cui etichette riportano il claim dell'iniziativa «Change your drinking, save your life». Le bottiglie saranno presentate all'interno degli stand della Polizia di Stato ed esibite, insieme a locandine informative ed etilometri monouso, nel quartiere fieristico di Verona.
Nello stesso contesto espositivo l'associazione Arcobaleno, particolarmente impegnata nel campo del volontariato a sostegno delle persone con disabilità, ha inteso promuovere la campagna di sensibilizzazione sulle problematiche del disagio psichico, intitolata «Un brindisi alla salute mentale, patrimonio dell'umanità». La Polizia di Stato patrocina questo progetto ed esporrà all’interno dei propri stand, le bottiglie realizzate per l'occasione. A queste sarà apposta un'etichetta dellìassociazione Arcobaleno, recante un disegno realizzato da una persona con disabilità seguito da una frase a tema vergata da diverse autorità locali.

polizia-vino-vinitaly-2

Anche quest'anno, tantissime delle aziende nostre associate avranno presso i loro stand le bottiglie con le etichette dell'iniziativa - ha concluso Sandro Sartor - Non ci sono interessi contrapposti tra produttori di vino e Polizia di Stato. Tutti noi siamo per un consumo responsabile, perché è l'unico modo di apprezzare tutte le qualità del nostro prodotto. E per diffondere ancora di più questo messaggio, le bottiglie avanzate al termine del Vinitaly saranno inviate a tutti i questori e tutti i prefetti d'Italia.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento