Superbeton, trasferimento da Montorio a Mattaranetta? «Teoria estiva»

L'ipotesi di un cambio di sede è stata rivelata dal consigliere regionale Enrico Corsi che ha avuto un confronto con l'azienda. Carlo Pozzerle (PD): «A quale titolo Corsi parla di delocalizzazione della Superbeton?»

Superbeton a Montorio

La Superbeton sarebbe disposta a spostare metà della sua produzione a Legnago, in un terreno acquistato dall'azienda vicino alla Transpolesana, e sarebbe disponibile anche a trasferirsi dalla sua attuale sede in via del Vegron a Montorio in un'altra zona del capoluogo, come ad esempio quella di via Mattaranetta. È stato il consigliere regionale veronese Enrico Corsi a rivelare queste due novità sulla Superbeton, la ditta prima sequestrata e poi riaperta in seguito alle proteste di comitati e cittadini.
Gli odori che l'azienda produce sono troppo fastidiosi per i cittadini di Montorio e il problema è noto al leghista Corsi, che in passato è stato assessore a Verona e presidente dell'ottava circoscrizione, quella di Montorio. Il consigliere regionale ha avuto un incontro con il responsabile del settore ambiente della Superbeton, un confronto da cui sono emerse le novità sul possibile spostamento dell'azienda. Ma per il consigliere del Partito Democratico in settima circoscrizione Carlo Pozzerle: «Non è chiaro a quale titolo e con quale competenza il consigliere regionale Enrico Corsi vada a parlare di delocalizzazione della Superbeton con i vertici dell'azienda. Tra l'altro non ci risulta ci siano proposte concrete fatte dall'impresa presso gli enti competenti per la delocalizzazione degli impianti».

Certo l'ipotesi di spostare un impianto che potenzialmente emette emissioni odorose e pericolose a Montorio in via Mattaranetta a San Michele ci pare una teoria estiva. Forse Corsi non si rende conto che via Mattaranetta è adiacente al centro abitato di Fondo Frugose ed allo stabilimento alimentare Aia che da lavoro a migliaia di persone. In quella zona è già caduto il cimitero verticale. Pensiamo sia un estremo tentativo che il padrino politico di Andreoli, appena sfiduciato, mette in atto per non perdere la Circoscrizione, mentre avrebbe avuto tutto il tempo necessario per trovare una soluzione al problema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento