Chievo Verona deferito dalla Procura federale per "plusvalenze fittizie"

Nella vicenda scoppiata a febbraio dopo un servizio di Striscia la Notizia, sono coinvolti in tutto 20 dirigenti tra il club della diga ed il Cesena

La questione delle presunte plusvalenze fittizie tra Chievo Verona e Cesena lanciata lo scorso febbraio da un servizio di Striscia La Notizia, ha portato al deferimento di entrambe le società e di 20 dirigenti. 

"Il Procuratore Federale ed il Procuratore Federale Aggiunto, espletata l’attività istruttoria in sede disciplinare ed esaminati gli atti del procedimento, hanno deferito dinnanzi al Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare" i due presidenti dei rispettivi consigli d'amministrazione, Luca Campedelli e Giorgio Lugaresi, con l'accusa di aver sottoscritto "le variazioni di tesseramento" di alcuni calciatori "indicando in tutte un corrispettivo superiore al reale" e per aver contabilizzato "nei bilanci plusvalenze fittizie e immobilizzazioni immateriali di valore superiore al massimo dalle norme che regolano i bilanci delle società di capitali, condotte finalizzate a far apparire un patrimonio netto superiore a quello esistente alla fine di ciascun esercizio e ciascun semestre così da ottenere la Licenza Nazionale e l’iscrizione al campionato delle stagioni 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018 in assenza dei requisiti previsti dalla normativa federale". 

Il comunicato è stato diffuso dalla FIGC nella giornata del 25 giugno (questo il testo integrale) e del club della diga vede coinvolti anche Piero Campedelli, Giuseppe Campedelli, Michele Cordioli e Antonio Cordioli, mentre ambedue le società sono state deferite "a titolo di responsabilità diretta ed oggettiva" e rischiano ora di venire sanzionate. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento