Calzedonia Verona, ultimo atto all'Agsm Forum chiuso tra gli applausi

La Cucine Lube Civitanova accede alla semifinale scudetto vincendo anche Gara Due per 3-1. Grbic: «Abbiamo giocato alla pari, è un gran motivo di orgoglio. Abbiamo raggiunto un livello altissimo di gioco»

Il muro della Calzedonia contro la Lube (Fonte foto: sito BluVolley Verona)

Finisce tra gli applausi dell'Agsm Forum la stagione della Calzedonia Verona, eliminata ieri, 7 aprile, dai playoff dalla Cucine Lube Civitanova. Dopo la sconfitta in Gara Uno in cinque set in terra marchigiana, ieri si è giocata Gara Due a Verona e la Lube si è imposta per 3-1 e si è guadagnata un posto nelle semifinali scudetto.

Nel primo set, l'equilibrio dei primi scambi si rompe sulle mani del muro di Simon che porta gli ospiti sul 2-5. Verona non recupera subito e Civitanova allunga fino al 3-11. La Calzedonia trova negli schiacciatori Manavi e Kaziyski i punti di avvicinamento agli avversari, Boyer segna il 10-13 e dalla panchina della Lube coach De Giorgi deve chiamare time-out. La situazione si cristallizza, Verona non trova il break del possibile pareggio, Civitanova gestisce e vince 20-25.
Cambio campo nel secondo set e cambiano anche i ruoli delle due squadre. La Calzedonia parte meglio e trova un buon vantaggio, mentre la Lube deve inseguire. Verona ha la testa avanti fino al 18-18 firmato Juantorena. Si gioca punto a punto, ma il primo set point è per gli ospiti che con Leal lo colgono subito, 23-25.
Terzo set di agonismo puro in tutto il rettangolo di gioco. Le due squadre sbagliano un po' e nella prima metà del parziale si procede in sostanziale equilibrio. Sokolov e compagni provano a schiantare la Calzedonia (15-19), ma i gialloblu ritrovano la parità sul 19-19. Nel finale è Kaziyski a fare la differenza in favore di Verona che vince 25-21.
La Lube non vuole rischiare come in Gara Uno e nel quarto set si prende subito un buon vantaggio. La Calzedonia resta in partita, ma la solida difesa di Civitanova impedisce ai gialloblu di recuperare punti preziosi. Finisce 17-25 con gli ultimi due punti segnati da Simon e Sokolov.

Sono orgoglioso dei ragazzi, sono contento di queste due ultime partite, contro una squadra che punta a scudetto e Champions League - ha commentato Nikola Grbic - Abbiamo giocato alla pari, è un gran motivo di orgoglio. Stasera hanno giocato meglio loro, il nostro buon gioco non è bastato a fare l'impresa, ma penso che abbiamo raggiunto un livello altissimo di gioco.

CALZEDONIA VERONA - CUCINE LUBE CIVITANOVA 1-3

Calzedonia Verona: Pinelli ne, Giuliani (L), Kaziyski 17, Alletti 4, De Pandis (L), Marretta 0, Birarelli ne, Boyer 20, Spirito 3, Manavinezhad 5, Sharifi 2, Solé 7, Magalini ne. All. Grbic.

Cucine Lube Civitanova: Sokolov 15, Kovar 1, D’Hulst ne, Marchisio (L), Juantorena 16, Massari 0, Stankovic ne, Diamantini ne, Leal 14, Cantagalli 0, Cester 4, Simon 15, Mossa De Rezende 2, Balaso (L). All. De Giorgi.

Potrebbe interessarti

  • Autostima: cos'è e come ci si lavora

  • Sanità, nascono in Veneto i team di assistenza primaria: «Facilitare l'accesso alle cure»

  • Avis Regionale Veneto e Confservizi Veneto: siglata una importante collaborazione

  • Riso: proprietà e ricette salutari

I più letti della settimana

  • Trattore si ribalta e non gli lascia scampo: morto un agricoltore

  • Tragedia sulla SR450, tre ragazzi investiti da un'auto: due 20enni morti

  • A una settimana dallo scontro con uno scooter, si è spento Alvise Trincanato

  • Cadavere trovato nel canale "Menaghetto": la donna è stata identificata

  • Stroncata da una malattia durante una vacanza: 17enne muore in Grecia

  • Aggressione con arma bianca a Verona: una persona in codice rosso

Torna su
VeronaSera è in caricamento