Sconfitti e rieletti, Zardini: "C'è rammarico". D'Arienzo: "Governo spetta a Lega e M5S"

Diego Zardini siederà per il Pd alla Camera e Vincenzo D'Arienzo al Senato, quest'ultimo sull'ipotesi di un'alleanza per il nuovo governo taglia corto: "Il voto ha premiato forze politiche che hanno puntato sulle paure e su promesse difficilmente sostenibili, ora tocca a loro"

Gli Onorevoli Vincenzo D'Arienzo e Diego Zardini eletti rispettivamente al Senato e alla Camera nel Partito democratico

Diego Zardini è stato rieletto alla Camera dei Deputati nel collegio plurinominale Veneto 3 che comprende i territori di Verona e Rovigo. Ci sono voluti diversi giorni prima di avere la certezza della rielezione, a causa dei complessi calcoli del riparto nazionale dei voti. La proclamazione da parte della Corte d’Appello di Venezia avverrà nei prossimi giorni.

In un messaggio diretto ai suoi sostenitori e ai militanti del Pd, questa mattina Zardini ha ringraziato chi ha assicurato un impegno straordinario in una «campagna elettorale difficilissima. Dopo una trepidante e lunghissima attesa finalmente posso dirvi che continuerò a fare il deputato. Lo faccio con il rammarico più grande: il Partito Democratico purtroppo ha perso, clamorosamente, e il Paese ha preso una piega che mi preoccupa molto, ma ci sarà tempo e modo per fare una seria e profonda riflessione. Posso garantirvi fin da oggi che continuerò a svolgere questo incarico con il massimo impegno e dedizione a favore del bene comune, come vi ho promesso, con onestà e passione».

Grande soddisfazione è stata espressa anche dall'On. Vincenzo D'Arienzo, a sua volta eletto al Senato dopo la tornata elettorale del 4 marzo: «In primo luogo, grazie a tutti coloro che mi hanno dato una mano e agli elettori che mi hanno consentito questo traguardo. Proseguirà, nell’altra Camera, l’impegno per la crescita di Verona. - ha dichiarato D'Arienzo prima di passare alla sconfitta del Pd - La sconfitta del Partito Democratico è evidente a tutti. Sebbene in questi anni abbiamo garantito stabilità al Paese, il voto ha premiato forze politiche che hanno puntato sulle paure e su promesse difficilmente sostenibili. Il voto, in ogni caso, va rispettato».

A differenza di Diego Zardini che sul tema ha preferito tacere, l'On. D'Arienzo si è poi soffermato anche sulla scottante tematica di una possibile alleanza del Pd con uno dei due partiti "populisti" usciti vincitori numericamente dalla urne, ma impossibilitati a formare un Governo senza il supporto di altri schieramenti: «Adesso spetta a Lega e M5S il compito di trasformare in capacità di governo la forza della protesta che hanno saputo esprimere. - ha precisato l'On. D'Arienzo - Sono incuriosito e preoccupato allo stesso tempo. Una cosa, però, va detta: non è il caso di chiedere al PD responsabilità. In questi anni siamo stati la forza più responsabile, garantendo la stabilità dei conti e adesso che gli italiani ci hanno chiesto di fare l’opposizione, noi quella dobbiamo fare. Se non saranno capaci di fare un Governo, se ne assumeranno la responsabilità, perché tocca a loro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E per quanto riguarda il futuro del Pd? «Quando l’elettorato tradizionale sceglie gli altri (per punirci?), - spiega D'Arienzo - è segno che le nostre proposte non hanno saputo leggere neanche i sentimenti dell’area culturale e politica di riferimento. Doveroso, quindi, recuperare un’identità e, soprattutto, impegnarsi per ricostruire l’unità del centrosinistra. Non vedo alternative nel nostro immediato futuro». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento