Movimento 5 Stelle attacca la nuova giunta comunale

Il Movimento 5 Stelle veronese attacca subito la nuova giunta comunale di Palazzo Barbieri. Mettendo in discussione le scelte del sindaco e degli assessori

Il Movimento 5 Stelle veronese attacca subito la nuova giunta comunale di Palazzo Barbieri. Mettendo in discussione le scelte del sindaco e degli assessori. "Naturalmente - scrivono i grillini sul loro sito- per dare gli assessorati a queste persone e ad altri "primi della lista" posti in aziende ed enti,  si sono liberati posti in Consiglio Comunale (non erano stati votati per fare i Consiglieri?) quindi tra i banchi di Palazzo Barbieri chi ci mettiamo? I ripescati! Ovvero i non eletti dalla Lista Tosi e della Lega Nord. Trombati di primo pelo come si dice, salvati in extremis. Benvenuti e buon lavoro. Noi staremo molto attenti e se sentite caldo dietro la vostra testa sarà il nostro fiato sul collo. Chiederemo, tra le prime azioni di trasparenza, i Curricula da mettere on-line a disposizione di tutti permettendo alla cittadinanza di capire chi compone la nostra classe dirigente".

"A Verona - si legge sul sito del movimento di Beppe Grillo- sono state nominate persone in modo arbitrario e con competenze tutte da verificare. Ma andiamo con ordine a partire dal primo cittadino: Flavio Tosi autoelettosi assessore alla Cultura, Sicurezza, Polizia Municipale, Protezione Civile, Promozione del Lavoro e tutte le materie non delegate agli assessori. Senza contare il compito di Sindaco del quale conosciamo già il "modus operandi" abbiamo ad oggi un assessore alla cultura condannato in primo grado per odio razziale alla domanda su quali siano le sue priorità ha risposto "Le solite cose!". Ecco adesso siamo tutti sereni. Sicurezza: girare con camionette e volanti non ha migliorato la situazione, ci si sente solo -in guerra con un fantasma-. In alcuni quartieri, per esempio Borgo Roma, la gente non esce la sera per timore di scippi e rapine. Andiamo poi alla promozione del lavoro. Flavio Tosi è nei palazzi e nelle istituzioni da quando aveva 25 anni (1994). Non conosce altro lavoro se non quello di politico. Cosa promuoverà? Lucio Battisti avrebbe detto "Lo scopriremo solo vivendo".."

I grillini non risparmiano nessuno: "Altri dubbi vengono in mente vedendo quanto potere ha addosso Vito Giacino, assessore all'Urbanistica, Edilizia privata ed edilizia economica popolare. Ciò fa capire che questa amministrazione intende costruire ancora, nonostante gli 11.000 appartamenti vuoti o sfitti presenti sul territorio, colate di cemento e grandi opere inutili.  Andiamo avanti, i nostri dubbi ora si spostano su Stefano Casali. Assessore di terza generazione, dal nonno al padre ed infine lui. Lavori pubblici, Edilizia sportiva, Edilizia moumentale, Rapporti patrimoniali con le associazioni. Come può un avvocato avere competenze in materia? Avrà forse assimilato dal padre ingegnere ed architetto un alter-ego per osmosi? Alle attività economiche abbiamo Enrico Corsi riconfermato. dopo le meraviglie sulla mobilità tipo l'idea geniale di un filobus a gasolio per il centro storico e le grandi opere come il Traforo delle Torricelle....Andava riconfermato? Chiedetelo ai Sanzenati. Marco Giorlo. Sport, Politiche della casa, Turismo sociale, Servizi demografici ed economato. Personaggio poliedrico, prima capace di spostarsi dal centro-sinistra alla Lega Tosiana, passando per il gruppo misto, ora in grado di gestire assessorati di varia natura molto diversi tra loro, infatti sulle priorità risponde "Spero che l'Hellas vada in serie A!". Antonio Lella Decentramento, Ufficio relazioni con il pubblico. In conferenza stampa promette di sistemare i marcipiedi di tutti i quartieri, ovviamente in collaborazione con l'assessorato strade e giardini.... quindi cosa farà l'assessorato al decentramento? A a che fare con altro? Anna Leso: Servizi Sociali, Famiglia, Pari opportunità. Si commenta da sola dichiarando "Non sono da intendersi azioni mirate solo a sostegno delle donne ma ad entrambi i generi, per garantire sempre la parità che abbiamo ottenuto. A ciascuno il suo." Infatti è l'unica donna tra gli assessori. Da Acque Veronesi con furore. Abbiamo poi Paloschi ancora al bilancio, perchè i debiti calano se si privatizzano le municipalizzate e si vendono le quote della fiera, sempre che non si riesca a vendere qualche palazzo storico. Luigi Pisa, strade giardini, arredo urbano. Enrico Toffali, Personale, Aziende ed enti partecipati, Ambiente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'8 all'11 novembre 2019

  • Terribile frontale tra auto e camion nella notte: perde la vita un 34enne

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Accoltellamento a Verona, un uomo in ospedale: caccia agli aggressori

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

Torna su
VeronaSera è in caricamento