"No autonomia, no party", la neoministra veneta Stefani detta la linea al nuovo Governo

"Se si affossa l'autonomia salta il Governo" ha dichiarato il neoministro degli Affari regionali in quota Lega Erika Stefani che poi ha aggiunto: "Per noi è una partita fondamentale"

Il Ministro degli Affari regionali Erika Stefani con Luca Zaia - ph Facebook

«Se si affossa l'autonomia salta il Governo, per noi è una partita fondamentale». Lo afferma all'Ansa il neoministro degli affari regionali, Erika Stefani. «Ci abbiamo messo la faccia - ricorda la parlamentare leghista - e abbiamo preteso fosse inserita nel "contratto". Non vedo però per quale ragione dovrebbero mettersi di traverso: in Veneto e in Lombardia l'hanno sostenuta, perchè non dovrebbero farlo in Parlamento. E lo stesso si può dire di Forza Italia e del Pd. Spero non vogliano tradire i loro elettori».

Sul rischio che la burocrazia possa frenare la realizzazione del progetto di maggior autonomia per le Regioni che hanno già visto una pre-intesa con lo Stato, Stefani risponde: «L'autonomia è una rivoluzione e non mi aspetto piaccia a tutti. Il percorso però è tracciato e non saranno cavilli o le manovre di Palazzo a fermare la volontà del popolo». Stefani conferma l'intenzione «entro la legislatura, il più presto possibile, di portare in Parlamento la legge con l'intesa tra Stato e la Regione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

  • Finalmente insieme a Verona i vincitori del concorso di San Valentino

  • Verona e le sue bellezze storiche e culturali approdano in tv sulla Rai

Torna su
VeronaSera è in caricamento