L’ensemble Hortus Musicus in concerto al Teatro Ristori

Gli appuntamenti della rassegna di musica Barocca al Teatro Ristori proseguono con l’obiettivo di valorizzare un repertorio molto apprezzato in Europa e ancora poco conosciuto in Italia. Protagonista d’eccezione sul palco del Teatro Ristori mercoledì 4 dicembre alle ore 20.30 l’ensemble proveniente dalla capitale estone Tallin, Hortus Musicus, diretto dal violinista Andres Mustonen.

Hortus Musicus è un ensemble estone fondato nel 1972 dal Maestro Andres Mustonen. La sua insopprimibile volontà di lottare contro le regole prestabilite e le nozioni stantie, applicata alla musica, ha consentito al gruppo di scoprire il mondo della musica pre-Bach, prima sconosciuta. È l’ensemble da più tempo operante in questo ambito nell’Europa dell’Est e uno dei più longevi nel mondo. La musicalità del gruppo è caratterizzata da un atteggiamento creativo, libero dai cliché nei confronti di una musica che è lontana da noi nel tempo, ma non nel contenuto

Nell’arco di 45 anni di attività, Hortus Musicus si è specializzato nella ricerca e nell’esecuzione della musica europea antica, tra l’VIII e il XV secolo, come il canto gregoriano, la musica per organo, gli inni liturgici medievali e i mottetti, lavori della scuola franco-fiamminga e di musica rinascimentale (comprese chansons francesi, madrigali italiani, frottole e villanelle).

Il Direttore artistico di Hortus Musicus, il Maestro Andres Mustonen è un violinista e un direttore di origine estone. Il nucleo del suo repertorio è fatto di oratori, passioni e opere sinfoniche drammatiche. È straordinariamente attivo nell’esecuzione di composizioni di compositori contemporanei con i quali sente una profonda relazione creativa, come Gubaidulina, Penderecki, Kancheli, Silvestrov, Knaifel, Tüür, Pärt e Terterjan.

Il programma della serata si aricolerà tra le musiche del compositore estone Arvo Pärt, del violinista e compositore italiano Biagio Martini, di Girolamo Frescobaldi, Claudio Monteverdi e altri compositori italiani della musica barocca ed antica italiana.

Informazioni e contatti

Il programma completo è disponibile alla pagina: www.teatroristori.org/events/hortus-musicus/

In occasione del secondo spettacolo della rassegna Barocca sarà possibile dalle ore 19.30, presso un desk dedicato nel foyer del Teatro Ristori, sottoscrivere gratuitamente la VivoTeatro Card, per accedere a vantaggi esclusivi e speciali iniziative del Network VivoTeatro, promosso da Fondazione Cariverona.  Scopri di più sul sito dedicato www.vivoteatro.it.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare la pagina dedicata alla Stagione Concertistica del Teatro Ristori: http://www.teatroristori.org/stagione/barocca/   

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • A Verona il concerto di Natale "Cantando vicino alla stella"

    • Gratis
    • 15 dicembre 2019
    • Chiesa San Fermo Inferiore
  • Tutti i concerti in programma alle Cantine de l'Arena dal 3 all'8 dicembre 2019

    • Gratis
    • dal 3 novembre al 8 dicembre 2019
    • Cantine de l'Arena
  • Il Coro Lirico San Giovanni per un "Natale in Gloria...voci e note di speranza"

    • Gratis
    • 15 dicembre 2019
    • Chiesa dei Padri Filippini

I più visti

  • Tornano a Verona gli splendidi banchetti per la Fiera di Santa Lucia

    • Gratis
    • dal 10 al 13 dicembre 2019
    • Piazza Bra
  • Artigianato e specialità enogastronomiche: a Verona i fantastici Mercatini di Natale 2019

    • Gratis
    • dal 15 novembre al 26 dicembre 2019
    • Piazza dei Signori, Cortile Mercato Vecchio, Via della Costa, Piazza Indipendenza, Piazza Viviani, Lungadige San Giorgio, Ponte Pietra, Ponte Scaligero di Castelvecchio e Piazza San Zeno
  • "Il tempo di Giacometti da Chagall a Kandinsky" in mostra alla Gran Guardia

    • dal 16 novembre 2019 al 5 aprile 2020
    • Palazzo della Gran Guardia
  • Romeo&Juliet experience: visita guidata alla mostra

    • dal 2 gennaio al 16 dicembre 2019
    • Centro Storico di Verona
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento