Verona, strade sbarrate alle auto in centro: si studia la chiusura della Ztl anche in fasce serali

C'è l'intesa "epocale" tra commercianti e residenti della città antica: stop al traffico tra le 20 e le 22. Le proposte al vaglio del Comune la prossima settimana: nrome più stringenti sui veicoli commerciali e parcheggi

Sembra aver raggiunto un accordo sulle Ztl la speciale commissione sulla chiusura alle auto in centro storico. I commercianti e i residenti, rappresentati da Confcommercio e l’associazione VeroCentro, avrebbero approntato la chiusura semi-totale della Zona a traffico limitato anche nella fascia 20-22, finora aperta al libero transito automobilistico. Si procede quindi nell’ottica di liberare le zone del centro dal via-vai di auto, avanzando norme sempre più stringenti all’amministrazione comunale. Alle limitazioni saranno sottoposti anche i veicoli commerciali, quelli solitamente che attraversano le strade ciottolate per il carico-scarico merci. In sintesi, l’accordo chiude il libero ingresso anche dalle 20 alle 22 con la possibilità di garantire l’accesso ai clienti di ristoranti e albergatori comunicando ai vigili il numero di targa.

La soluzione è una “manna” per i residenti che si vedono “soffiare” gli stalli liberi nelle vicinanze della propria abitazione. In più c’è la speranze di far riversare nelle vie centrali potenziali clienti, creando un’esperienza di shopping più rilassante e piacevole senza il traffico auto. Proprio verso Palazzo Barbieri, sede municipale di Verona, le due associazioni di rappresentanza marceranno unite martedì prossimo e incontreranno l’assessore al Traffico e al Commercio, Enrico Corsi, il comandante della polizia municipale, Luigi Altamura e la presidente della prima circoscrizione (Centro storico), Daniela Drudi. Lo spiega l’Arena, che raccoglie la soddisfazione dei negozianti per voce del direttore generale Confcommercio Verona, Giorgio Sartori

“respiriamo un'aria nuova. Il dialogo che si è instaurato tra queste due categorie fino ad ora in contrapposizione è molto positivo e costruttivo. Questa proposta, su cui c'è condivisione anche tra le varie posizioni dei commercianti, nata insieme ai residenti, è un ottimo punto di partenza. Sul quale c'è già una certa apertura anche da parte dell'amministrazione comunale”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul tavolo del municipio, come spiega il quotidiano locale, arriveranno le proposte di prevedere un’unica fascia oraria per carico-scarico (con poche deroghe e quasi solamente ai prodotti alimentari), convenzioni con tariffe agevolate per i clienti dei negozi e i parcheggi vicini al centro e lo sbarramento dei secondi permessi di traffico e sosta per i proprietari dei bed&breakfast, che sarebbero almeno 200 all’interno della cintura della Ztl.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La curva non scende, aumentano i malati di coronavirus a Verona

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento