La Provincia di Verona mette a disposizione 3 milioni per sistemare le strade

I comuni scaligeri possono fare domanda per accedere a un contributo che potrà coprire fino al 50% delle spese per la singola opera e non potrà essere superiore ai 250mila euro

(Foto di repertorio)

La Provincia di Verona ha dato il via alla raccolta delle domande di contributo provenienti dai comuni per finanziare interventi di miglioramento della sicurezza delle strade provinciali.

La Provincia, con il bilancio di previsione 2018-20 adottato a fine marzo, hanno istituito un apposito fondo di 3 milioni di euro di contributi in conto capitale per il 2018. Il finanziamento coprirà fino al 50% delle spese per la singola opera e il contributo massimo erogabile può essere di 250mila euro. E ciascun comune può presentare domanda per un solo intervento.

Nel caso in cui le istanze superino la disponibilità finanziaria, la Provincia si riserva di operare una selezione in grado di assicurare parità di trattamento, dando, ad esempio, priorità ai Comuni che non hanno ottenuto i fondi nel 2017, quando le istanze accolte erano state 22.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per venerdì 29 giugno.

La sicurezza stradale rimane uno dei temi più importanti delle azioni presenti e future dell'ente - ha spiegato il presidente della Provincia di Verona Antonio Pastorello - La collaborazione con i Comuni è fondamentale per individuare i punti più fragili della viabilità e porvi rimedio, nel limite delle risorse disponibili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento