San Bonifacio ha un mezzo dedicato ai disabili grazie ai "Progetti del Cuore"

Il 25 Gennaio si è tenuta la Cerimonia presso il Municipio, in piazza Costituzione e al taglio del nastro era presente il Sindaco Provoli. Per il Comune disponibile da ora un Fiat Doblò attrezzato per il trasporto delle persone diversamente abili

Si è tenuta giovedì 25 gennaio la cerimonia di consegna, con tanto di taglio del nastro, del nuovo mezzo di trasporto per i cittadini di San Bonifacio. In questa occasione i 'Progetti del Cuore' hanno reso disponibile da mercoledì un veicolo dedicato alle persone anziane e diversamente abili, garantendo loro il servizio di trasporto sociale gratuito per una durata di quattro anni, durante i quali sarà garantito e gestito in maniera integrale: dall’allestimento del mezzo per il trasporto disabili, alla gestione delle spese (come ad esempio l’assicurazione compresa di copertura kasko).

Il Comune quindi ora ha a disposizione un Fiat Doblò attrezzato per il trasporto dei cittadini diversamente abili e in stato di necessità. All’inaugurazione, per festeggiare l’arrivo del mezzo, erano presenti il Sindaco Giampaolo Provoli, l’Assessore ai Servizi Sociali Fabio Merlo e la responsabile dei Servizi Sociali Paola Ballini. Durante i festeggiamenti i responsabili del progetto e le famiglie di coloro che potranno usufruire del trasporto, hanno avuto il piacere di ringraziare le attività che ne hanno reso possibile la realizzazione, mettendo il proprio logo sulla carrozzeria del veicolo. “Avere un mezzo attrezzato per il trasporto dei nostri cittadini bisognosi è uno strumento eccezionale - specificano i responsabili durante la cerimonia - che permette di dare risposta alle tante esigenze del territorio”.

Il progetto è volto ad occuparsi di coloro che hanno disabilità, in particolare bambini, adulti e anziani, i quali a volte non sono autosufficienti e necessitano di un aiuto, soprattutto negli spostamenti. A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, che aveva presentato l’iniziativa all’inizio nell’ambito dei 'Progetti del Cuore': “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso i 'Progetti del Cuore' come quello che si sta portando avanti a San Bonifacio: la vocazione di questa iniziativa è di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria”. Ed è stato proprio grazie alla partecipazione della attività locali che si è potuta garantire l’esistenza di questo un servizio, che corrisponde ad una necessità imprescindibile sul territorio. Le aziende che hanno aderito, oltre a trasferire sul proprio marchio il valore aggiunto di questo nobile servizio, hanno potuto sostenere e aiutare i membri più fragili della comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Omicidio di Isola Rizza ripreso dalle telecamere: il cerchio inizia a stringersi

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Boato nella notte a Verona: bancomat assaltato e ladri in fuga col denaro

  • Controlli notturni dei carabinieri di Legnago e San Bonifacio per contrastare i furti in casa

Torna su
VeronaSera è in caricamento