Il risotto all'isolana "sbanca" il G8

Gazzani: "Grande successo per Isola della Scala e la pianura Veronese"

Il risotto all'isolana "sbanca" il G8
I maestri risottari avevano portato da Isola della Scala a L’Aquila 1 quintale e 60 chilogrammi di riso Nano Vialone Veronese Igp pensando di esagerare. Invece, alla cena preparata ieri nella caserma della Guardia di Finanza a Coppito per le delegazioni dei 20 Paesi presenti al G8, il risotto all’isolana è stato terminato fino all’ultimo cucchiaio.
Le due pirofile rimaste sono state offerte agli agenti di sicurezza della sala che ha ospitato 1200 diplomatici provenienti da 20 Paesi di tutto il mondo. Il risotto ha trovato spazio in un menù assai variegato, con particolare attenzione per le verdure e il pesce: pietanze scelte per andare incontro ai gusti, alle tradizioni, alle religioni e alle culture culinarie delle tante nazionalità presenti.
Che il risotto sia stato in assoluto il preferito lo hanno dimostrato i numerosi tecnici e agenti della sicurezza che di tanto in tanto si affacciavano alle cucine presidiate dai 6 maestri risottari isolani capitaniati da Luca Brutti per assaggiare il noto piatto veronese.
“Questo avvenimento è stato un successo per il riso di Isola della Scala e della Pianura Veronese – ha affermato il presidente dell’Ente Fiera di Isola della Scala, promotore dell’iniziativa, Massimo Gazzani – se negli ultimi anni siamo riusciti a portare questo risotto in tutta Italia e in Europa ieri gli abbiamo fatto fare un passo in più, servendolo di fatto ai rappresentanti di mezzo mondo”.
Con Gazzani c’era anche Giovanni Miozzi, sindaco di Isola della Scala e presidente della Provincia di Verona. I due nella super protetta sede del G8 hanno incontrato anche il Ministro all’economia Giulio Tremonti che, avendoli già conosciuti in passato, quando ha saputo che erano arrivati a Coppito per preparare il risotto all’isolana ha esordito con uno scherzoso “Cosa ci fate anche qui!?”.
“Questo risultato fino a solo qualche anno fa era impensabile, ed è un’emozione indescrivibile vedere Obama, Berlusconi, gli altri capi di Stato e le delegazioni accanto al nostro riso. Il merito va ai tanti che da anni lavorano sodo per portare il nostro paese e i suoi prodotti nel mondo – ha spiegato Miozzi – Ed è stato un piacere vedere che hanno avuto grande successo anche gli altri prodotti veronesi che abbiamo portato con noi: dal radicchio al formaggio Monte Veronese, dai salumi scaligeri ai dolci di riso”. I risottari ad aver preparato ieri sera il risotto all’isolana sono stati: Luca Brutti, Gloriano Ciela, Fernando Reani, Luciano Gabrielli, Mario Zandonà, Giovanni Comerlati aiutati dal direttore dell’Ente Fiera Roberto Bonfante e da Stefano Giordani, vicepresidente dell’Ente Fiera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento