Si torna a sprintare al Consolini: tagliato il nastro della pista di atletica

Terminati i lavori di riqualificazione dell'impianto, costati circa 480 mila euro: «È un bellissimo regalo di Natale che abbiamo voluto fare a tutta la città», ha detto il sindaco di Verona Federico Sboarina

«Una giornata storica per l’atletica veronese». Così l’ha definita il sindaco Federico Sboarina, prima di tagliare il nastro. «Per gli atleti, gli studenti e i podisti veronesi», ha aggiunto l’assessore allo Sport Filippo Rando. I riflettori si riaccendono sull’impianto Consolini. Dopo il sopralluogo delle scorse settimane, mercoledì è stata inaugurata ufficialmente la nuova pista di atletica. Con addosso tuta e scarpe da running, sono stati gli studenti delle scuole Montanari e Agli Angeli i primi a non resistere alla tentazione di correre sulle corsie ancora immacolate. E i ragazzi torneranno ad allenarsi su questa pista con l’anno nuovo.

I lavori di riqualificazione, realizzati dal Comune con una spesa di 480 mila euro, hanno portato al rifacimento dei 400 metri ovali della pista, con la posa di un manto colato al posto del precedente in tessuto; nuove anche le postazioni per il lancio del disco, del martello e del giavellotto, come l’area dedicata al lancio dell’asta e al salto in alto. Prossimo step, con l’anno nuovo, la sistemazione della tribuna, che necessita di essere impermeabilizzata, e la riqualificazione della sottostante pista ‘indoor’, 80 metri di lunghezza sempre a servizio degli atleti, lavori già finanziati dalla giunta comunale con 280 mila euro, dei quali 50 mila destinati all’acquisto di nuova attrezzatura.

«È un bellissimo regalo di Natale che abbiamo voluto fare a tutta la città – ha spiegato il sindaco -. Da oggi in poi il Consolini, che rappresenta la storia dell’atletica scaligera, potrà tornare ad essere cuore pulsante di questa disciplina. Sono particolarmente orgoglioso di essere qui oggi a tagliare il nastro, perché dopo la riqualificazione della palestra e del corpo centrale che avevo seguito quando ero stato assessore allo Sport, mancava questo importante tassello. E con l’anno prossimo sistemeremo anche la parte indoor».

«Dal 1999, anno di realizzazione dell’impianto, si tratta del primo importante intervento di riqualificazione della pista di atletica all’impianto in Basso Acquar – ha detto Rando -, l’unico centro sportivo di Verona dedicato completamente all’atletica leggera. Finalmente qui potranno tornare le gare provinciali, le scuole durante le ore di educazione fisica e gli atleti delle società sportive veronesi. Speriamo di veder correre su queste corsie dei futuri campioni».

Potrebbe interessarti

  • Autostima: cos'è e come ci si lavora

  • Sanità, nascono in Veneto i team di assistenza primaria: «Facilitare l'accesso alle cure»

  • Avis Regionale Veneto e Confservizi Veneto: siglata una importante collaborazione

  • Riso: proprietà e ricette salutari

I più letti della settimana

  • Trattore si ribalta e non gli lascia scampo: morto un agricoltore

  • A una settimana dallo scontro con uno scooter, si è spento Alvise Trincanato

  • Cadavere trovato nel canale "Menaghetto": la donna è stata identificata

  • Aggressione con arma bianca a Verona: una persona in codice rosso

  • Abusa della figlia più piccola per cinque anni, medico veronese condannato

  • Capannone a fuoco, centinaia di polli bruciati: in aiuto i pompieri di Legnago

Torna su
VeronaSera è in caricamento