Si torna a sprintare al Consolini: tagliato il nastro della pista di atletica

Terminati i lavori di riqualificazione dell'impianto, costati circa 480 mila euro: «È un bellissimo regalo di Natale che abbiamo voluto fare a tutta la città», ha detto il sindaco di Verona Federico Sboarina

«Una giornata storica per l’atletica veronese». Così l’ha definita il sindaco Federico Sboarina, prima di tagliare il nastro. «Per gli atleti, gli studenti e i podisti veronesi», ha aggiunto l’assessore allo Sport Filippo Rando. I riflettori si riaccendono sull’impianto Consolini. Dopo il sopralluogo delle scorse settimane, mercoledì è stata inaugurata ufficialmente la nuova pista di atletica. Con addosso tuta e scarpe da running, sono stati gli studenti delle scuole Montanari e Agli Angeli i primi a non resistere alla tentazione di correre sulle corsie ancora immacolate. E i ragazzi torneranno ad allenarsi su questa pista con l’anno nuovo.

I lavori di riqualificazione, realizzati dal Comune con una spesa di 480 mila euro, hanno portato al rifacimento dei 400 metri ovali della pista, con la posa di un manto colato al posto del precedente in tessuto; nuove anche le postazioni per il lancio del disco, del martello e del giavellotto, come l’area dedicata al lancio dell’asta e al salto in alto. Prossimo step, con l’anno nuovo, la sistemazione della tribuna, che necessita di essere impermeabilizzata, e la riqualificazione della sottostante pista ‘indoor’, 80 metri di lunghezza sempre a servizio degli atleti, lavori già finanziati dalla giunta comunale con 280 mila euro, dei quali 50 mila destinati all’acquisto di nuova attrezzatura.

«È un bellissimo regalo di Natale che abbiamo voluto fare a tutta la città – ha spiegato il sindaco -. Da oggi in poi il Consolini, che rappresenta la storia dell’atletica scaligera, potrà tornare ad essere cuore pulsante di questa disciplina. Sono particolarmente orgoglioso di essere qui oggi a tagliare il nastro, perché dopo la riqualificazione della palestra e del corpo centrale che avevo seguito quando ero stato assessore allo Sport, mancava questo importante tassello. E con l’anno prossimo sistemeremo anche la parte indoor».

«Dal 1999, anno di realizzazione dell’impianto, si tratta del primo importante intervento di riqualificazione della pista di atletica all’impianto in Basso Acquar – ha detto Rando -, l’unico centro sportivo di Verona dedicato completamente all’atletica leggera. Finalmente qui potranno tornare le gare provinciali, le scuole durante le ore di educazione fisica e gli atleti delle società sportive veronesi. Speriamo di veder correre su queste corsie dei futuri campioni».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Brucia un supermercato nella notte: domato l'incendio dopo ore di lavoro

  • Attualità

    Ludopatia, Corsa di Giulietta contro la dipendenza da gioco d'azzardo

  • Incidenti stradali

    Cade in moto a Sommacampagna: la Polizia municipale cerca testimoni

  • Politica

    Congresso Mondiale delle Famiglie, PD: «Diritti civili da rilanciare»

I più letti della settimana

  • A sbattere contro un'auto, morto giovane motociclista a Caprino Veronese

  • Ragazze violentate da una coppia veronese: inchiodati dai filmati del cellulare

  • Incidente in A4: una persona liberata dai vigili del fuoco e lunghe code

  • Masterchef: sfuriata Bastianich con Gilberto, il 23enne veronese «sorridente e irrispettoso»

  • Chiodi e puntine da disegno sulla pista ciclabile e gita rovinata: l'ira dei ciclisti

  • Da una lite familiare spuntano 85 mila euro, droga e orologi: un arresto

Torna su
VeronaSera è in caricamento