Facebook chiude i profili di Casapound e Forza Nuova a Verona: «Diffondono l'odio»

«Le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano gli altri sulla base di chi sono - spiega il colosso del web - non trovano posto su Facebook e Instagram»

Casapound Verona Facebook

Solo pochi giorni fa si è tenuto nella provincia veronese il raduno nazionale di Casapound, all'indomani il noto social network Facebook ha condotto una radicale azione proprio nei confronti dei gruppi politici di Casapound e di Forza Nuova, rimuovendo i loro account ufficiali sia a livello nazionale che a livello locale. Da lunedì 9 settembre non risultano più visibili i profili "Casapound Verona", né tanto meno "Forza Nuova Verona". 

La spiegazione fornita dal colosso social, che detiene anche il controllo di Instagram ed ha annunciato di aver rimosso parimenti anche gli eventuali account Instagram, è arrivata subito dopo l'azione di rimozione: «Le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano gli altri sulla base di chi sono - spiega in una nota il colosso del web - non trovano posto su Facebook e Instagram. Candidati e partiti politici, così come tutti gli individui e le organizzazioni devono rispettare queste regole, indipendentemente dalla loro ideologia».

Si tratta evidentemente di un'azione epocale che, oltre a diverse note di merito, non ha però mancato di suscitare anche polemiche proprio tra chi si è visto chiudere l'account "politico" di riferimento. È il caso del coordinatore di Forza Nuova Verona Luca Castellini che, oltre alla pagina "Forza Nuova Verona" si è visto azzerare la pagina personale di leader politico: «A fare in culo la psycho polizia di Zuckerberg - ha scritto Castellini su Twitter (qui gli account sono rimasti intonsi ndr) - e i ministeri della verità dei governi antinazionali. I bavagli non basteranno nè (sic) salveranno chi vuole reprimere la resistenza identitaria, libera e sovranista. Ci vediamo in tutte le piazze d’Italia».

Anche il leader veronese di Casapound, l'Avv. Roberto Bussinello, il cui profilo Facebook non è stato scalfito, ha scritto via social: «Cancellati gli account ufficiali di CasaPound, Blocco Studentesco e Solid da Facebook e Instagram. La demokrazia (sic) mostra la sua vera, oscena natura. Riapriamoli subito e rilanciamo». Piccola nota di colore: tra i profili Facebook rimasti in attività, da segnalare quello di "Fortezza Europa", formazione politica nata da una scissione interna a Forza Nuova.   

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 20 al 22 settembre 2019

  • Sfonda la recinzione stradale con un camion e vola per 7 metri dal ponte di viale delle Nazioni

  • Parcheggia l'auto e va in fiera a gustarsi un risotto. Al ritorno non trova più due portiere

Torna su
VeronaSera è in caricamento