Case di riposo, Zaia: «Ogni dieci giorni tamponi in tutte le strutture»

Il presidente del Veneto vuole monitorare con costanza la situazione delle residenze sanitarie per anziani. E sulla ripartenza è categorico: «Le mascherine saranno fondamentali»

 

I dati definitivi saranno forniti nell'aggiornamento di domani, 20 aprile, ma già oggi il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha potuto annunciare che in tutte le case di riposo venete sono stati eseguiti test a tampone sia agli ospiti che ai lavoratori. Attraverso questi esami è possibile individuare chi è stato contagiato dal virus e, una volta individuato, lo si può isolare in modo tale che il virus non posso infettare ancora. Dopo aver sottoposto ai tamponi tutti i lavoratori della sanità, dunque, la Regione ha completato lo screening anche nelle case di riposo; uno screening che non resterà unico, come dichiarato da Zaia: «Abbiamo fatto tamponi nella sanità e nelle case di riposo e questo significa circa 120mia test. Abbiamo fatto il primo giro, ma tutti i giorni si continuerà ad entrare nelle case di riposo e si continuerà ad eseguire tamponi, in modo tale da avere una situazione aggiornata all'incirca ogni 10 giorni, per poter tenere tutto sotto controllo».

Per i dati sulle case di riposo bisognerà attendere domani, ma oggi, come ogni giorni, il presidente regionale ha diffuso i dati sulla presenza del coronavirus in Veneto. Dati che continuano ad essere positivi e che quindi permetto di riflettere sulla ripartenza. Una ripartenza che il presidente del consiglio Giuseppe Conte non vuole anticipare rispetto alla data del 4 maggio. E proprio al premier Conte, i presidenti delle Regioni hanno inviato una serie di richieste e suggerimenti, ha rivelato Zaia, il quale si è voluto soffermare sul tema delle mascherine: «L'interesse è quello di far tornare a vivere i cittadini ma in sicurezza e quindi, se c'è il supporto del mondo scientifico, è giusto che si apra - ha detto Zaia - Auspichiamo che ci siano delle linee guida a livello nazionale, che poi le Regioni adatteranno a seconda delle diverse situazioni dei territori».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento