Ponti e romanticismo, la città di Verona ricostruita nel campus di Huawei

La sede del colosso cinese della telefonia è suddivisa in 12 quartieri ed al suo interno riproduce alcuni angoli di diverse città europee, tra cui anche Verona

 

La vicinanza tra la Cina e Verona è testimoniata dal gemellaggio diventato di recente ufficiale con la città di Hangzhou, ma il capoluogo scaligero era riuscito ad affascinare il grande paese asiatico già da prima. Che Verona sia una città italiana importante per i cinesi lo dimostra anche la scelta del colosso della telefonia Huawei di riprodurre una parte della città nel suo campus di Dongguan, nella provincia del Guangdong. Il campus di Huawei è una piccola città suddivisa in 12 quartieri ed al suo interno riproduce alcuni angoli di diverse località europee. E tra queste ce ne sono solo due italiane: Bologna e Verona.

Per mostrare le bellezze del suo campus, Huawei ha realizzato dei video molto brevi che sono stati poi condivisi attraverso i canali social dell'azienda cinese. Il 30 luglio scorso è stato pubblicato il video che mostra la Verona ricostruita nel campus di Dongguan, descrivendola come un luogo da sogno per i lavoratori di Huawei. 

Ovviamente, la caratterizzazione più forte data dagli architetti è quella legata alla storia di Romeo e Giulietta e quindi Verona come città dell'amore e del romanticismo. Ma l'area di Verona è anche l'unica in tutto il campus ad essere accessibile attraverso dei ponti. E ce ne sono ben sette.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento