Case di riposo, Zaia: «Entro lunedì, linee guida più agili e leggere»

Il presidente regionale ha anche annunciato la pubblicazione del bando per i nuovi direttori generali delle Ulss e delle aziende ospedaliere

 

Sono stati il presidente regionale Luca Zaia e il suo assessore a sanità e sociale Manuela Lanzarin a dividersi la scena oggi, 19 giugno, nell'appuntamento che quotidianamente viene tenuto a Marghera per aggiornare la popolazione sull'emergenza coronavirus in Veneto.

Sanità e sociale sono stati i principali argomenti delle comunicazioni diffuse oggi, oltre al bollettino sui casi di Covid-19, i morti ed i ricoverati negli ospedali per acuti. E la prima di queste comunicazione riguarda le case di riposo. «Stiamo attendendo il parere del comitato tecnico scientifico, ma entro lunedì dovremmo chiudere la partita delle case di riposo e dei centri per disabili - ha annunciato Zaia - Con una proposta molto più agile e leggera per quel che riguarda le visite dei familiari agli ospiti delle strutture ma anche per la presa in carico di nuovi ospiti. È stato un lavoro di tessitura tra le esigenze delle famiglie e quelle di chi gestisce le case di riposo».

Altro annuncio fatto oggi da Zaia è la pubblicazione del bando per l'individuazione dei nuovi direttori generali delle Ulss e delle aziende ospedaliere venete. Intanto, però, oggi il presidente del Veneto ha discusso con gli attuali direttori generali sulle liste d'attesa per le prestazioni sanitarie. «Abbiamo avuto mesi in cui le prestazioni non sono state fatte a causa del coronavirus e adesso a giugno abbiamo il 50% di prestazioni in più rispetto al giugno dell'anno scorso - ha detto Zaia - Abbiamo aumentato le linee telefoniche e stiamo facendo di tutto per recuperare, ma ci sono call center che hanno anche 10mila telefonate al giorno. E quindi chiediamo un po' di comprensione perché non è facile far fronte a questa massa di attività. E le difficoltà non sono sul fronte della prestazione ospedaliera, ma sul fronte della prenotazione di queste prestazioni».

Nell'ultima parte dell'appuntamento di oggi, l'assessore Lanzarin ha ripreso il tema della case di riposo. «Il comitato tecnico scientifico sta valutando le linee guida che abbiamo aggiornato - ha detto l'assessore - Sono linee guida che alleggeriscono le procedure per gli ingressi dei nuovi ospiti e semplificano le procedure per le visite dei familiari. Si tratta di linee guida che non riguardano solo le case di riposo, ma anche le strutture che si occupano di salute mentale, di dipendenze, di minori in comunità e di disabilità. E sulle case di riposo, infine, stiamo ragionando a dai provvedimenti per risolvere i problemi di sostenibilità economica e di carenza di personale».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento