Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gavagnin-Nocini sistemato a tempo di record per gli Europei Under 23 di baseball

In meno di sei mesi si è riusciti a ripristinare i danni causati dai violenti eventi atmosferici che si erano abbattuti su Verona a luglio e agosto del 2020

Si stanno concludendo in tempo da record i lavori di ristrutturazione dell'impianto sportivo Gavagnin-Nocini in Borgo Venezia, che sarà teatro, insieme all'impianto di San Martino Buon Albergo, del Campionato Europeo di Baseball U23 in programma dal 24 al 28 agosto. In meno di sei mesi si è riusciti a ripristinare i danni causati dai violenti eventi atmosferici che si erano abbattuti sulla città a luglio e agosto del 2020.

Per terminare i lavori è stata fatta una vera e propria corsa contro il tempo, partita a febbraio quando Verona è stata designata come sede degli Europei ai quali partecipano otto nazioni: Italia, Repubblica Ceca, Francia e Gran Bretagna, Germania, Ucraina, Belgio e Paesi Bassi. A quel punto si è messa immediatamente in moto la macchina organizzativa ma soprattutto quella operativa.
I lavori, il cui costo sostenuto dal Comune di Verona è di quasi 120mila euro, hanno permesso di intervenire celermente e nel miglior modo possibile per mettere a norma e in sicurezza l'impianto in tre punti, in modo da poter disputare regolarmente il campionato europeo.
Una volta terminata la manifestazione, si provvederà ad apportare ulteriori migliorie all'impianto.

I_pali_e_la_gradinata_prima_e_dopo_gavagnin_nocini-2
(Gavagnin-Nocini prima e dopo i lavori)

GLI INTERVENTI ESEGUITI

Il primo intervento ha riguardato il ripristino di 18 pali in ferro zincato e della rete di protezione, mantenendo le sezioni e le dimensioni con un'altezza di 12 metri, che fanno parte anche dell'impianto portante della struttura. Il secondo intervento si è concentrato sulla doppia funzione dei pali. Si è adottata una soluzione provvisoria di rinforzo e di ancoraggio con delle saette sul retro delle tribune, permettendo in futuro anche di creare ombreggiamenti per gli spettatori. L’obiettivo è di allungare questa zona in modo da coprire anche le varie strutture ricettive. Come terzo intervento si è rimesso a nuovo il tabellone segnapunti. Si è reputato infatti inutile fare interventi di manutenzione come in passato perché periodicamente c’erano dei problemi, quindi è stata mantenuta la vecchia struttura, perché ritenuta funzionale, cambiando tutta la parte elettronica.

pali_e_la_gradinata_prima_e_dopo_gavagnin_nocini-2
(Gavagnin-Nocini prima e dopo i lavori)

«È stato un lavoro oneroso, celere e coordinato che ha convinto anche i più scettici, razionalizzando gli interventi e concentrando al meglio anche le risorse economiche, per poter disputare gli europei e il campionato ospitando il pubblico», ha dichiarato l'assessore all'edilizia sportiva di Verona Andrea Bassi.
«Siamo onorati di ospitare gli Europei U23 e come società cerchiamo sempre di organizzare eventi importanti visto che siamo una collaudata macchina organizzativa - ha sottolineato il presidente del Baseball Team Verona William Manzotti - Per noi del baseball il Gavagnin-Nocini è una casa. È tra gli impianti più belli in Italia, e cerchiamo di tenerlo al meglio. Siamo davvero grati all'amministrazione comunale per il fondamentale sostegno che ci permette di ospitare questa manifestazione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Gavagnin-Nocini sistemato a tempo di record per gli Europei Under 23 di baseball

VeronaSera è in caricamento