rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022

Istituto Assistenza Anziani, esposto dei sindacati sul trasferimento di Biondaro

L'attuale direttrice dell'Iaa è stata trasferita dalla Fondazione Don Luigi Rossi di Arcole. Per i rappresentanti dei lavoratori, la procedura è stata irregolare perché i trasferimenti si possono fare solo tra enti pubblici e l'ex Ipab di Arcole è di natura privata

Ieri mattina, 31 maggio, i lavoratori dell'Istituto Assistenza Anziani (Iaa) di Verona hanno tenuto un presidio davanti alla Procura della Corte dei Conti del Veneto per sostenere un esposto commissionato dai sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Csa di Verona. L'esposto è stato depositato proprio ieri dall'avvocato Andrea Pansini per segnalare la supposta illegittimità del trasferimento di Adelaide Biondaro dalla Fondazione Don Luigi Rossi di Arcole alla direzione dell'Iaa di Verona.

Il trasferimento è avvenuto, secondo le organizzazioni sindacali, in palese violazione della normativa sul pubblico impiego ed in particolare dell'articolo che prevede la possibilità di trasferimenti dei dipendenti pubblici solo tra enti pubblici. La Fondazione Don Luigi Rossi di Arcole, già dal luglio 2017, era stata dichiarata di natura privata. Risultava quindi impraticabile il trasferimento da un ente privato ad un ente pubblico.
Questa irregolarità procedurale ed il conseguente danno erariale sono stati denunciati dai sindacati, che chiedono alla giustizia contabile di fare finalmente chiarezza sulla vicenda.

I rappresentanti di Fp Cgil, Cisl Fp e Csa hanno infine inviato anche una nota formale al procuratore generale della Corte dei Conti del Veneto per essere ascoltati sulla vicenda.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Istituto Assistenza Anziani, esposto dei sindacati sul trasferimento di Biondaro

VeronaSera è in caricamento