Mercoledì, 16 Giugno 2021

Castelvecchio, ingrandire il museo spostando l'ex Circolo Ufficiali. Verona si divide

PD, Traguardi e +Europa Verona sostengono la Civica Alleanza per un Grande Castelvecchio per aumentare gli spazi museali all'interno della fortificazione scaligera. Forte la voce dei contrari: «Il Circolo Ufficiali non si tocca»

Il Partito Democratico di Verona, il movimento civico Traguardi e +Europa Verona sostengono la «Civica Alleanza per un Grande Castelvecchio», ovvero quell'insieme di associazioni, enti e cittadini accumunati dall'obiettivo di accrescere gli spazi museali all'interno della fortificazione scaligera di Castelvecchio. Un obiettivo che si scontra con la volontà espressa anche dall'amministrazione comunale di mantenere l'attuale sede del Circolo Unificato dell'Esercito (o ex Circolo Ufficiali, che dir si voglia).

Il progetto del Grande Castelvecchio punta a creare un polo museale attrattivo e accessibile, con servizi all'altezza degli standard internazionali. Un fine che si potrebbe raggiungere solo attraverso un ampliamento del Museo di Castelvecchio negli spazi esterni ed in quelli coperti dove viene ospitato il Circolo Unificato dell'Esercito. Ed il circolo, che fine farebbe? Verrebbe spostato altrove, in un luogo che la Civica Alleanza avrebbe anche trovato, proponendo in dono all'Esercito un piano per insediare l'ex Circolo Ufficiali nell'ex convento di San Giacomo di Galizia, all'interno dell'area dell'Ospedale Militare di Santo Spirito.

Ma per la maggioranza il Circolo Unificato dell'Esercito non si deve spostare. Ed anche per una parte della minoranza, rappresentata dall'ex sindaco Flavio Tosi, il quale ha mandato un messaggio chiaro e forte: «Il circolo ufficiali non si tocca».

Pd, Traguardi e +Europa, invece, sono dalla parte del Grande Castelvecchio. «Chi difende la sede attuale del Circolo Unificato dell'Esercito, e non il Circolo in quanto tale, ha a cuore solo i propri interessi elettorali, perché crede di aver individuato una nicchia di voti da conquistare - è la sintesi del loro pensiero - Così facendo, dimostra di non conoscere abbastanza i rappresentanti delle forze armate a Verona, che invece vogliono servizi efficienti per sé e il bene della città. La prossima amministrazione dovrà esprimersi in maniera netta su questo dossier strategico e per noi la posizione è chiara: sì a una sede prestigiosa e moderna per il Circolo, sì al Grande Castelvecchio».

Ma ad avversare lo spostamento dell'ex Circolo Ufficiali c'è anche la Buona Destra, la quale ha promosso la creazione del Comitato a tutela e salvaguardia del Circolo Unificato dell'Esercito in Castelvecchio. «Contrariamente a come alcuni la raccontano, vi sono importanti ed autorevoli pezzi della città che non approvano questo irrispettoso tentativo di scippo. E noi faremo sentire ben chiara la nostra voce», ha dichiarato Massimiliano Urbano, coordinatore di Buona Destra Verona.

Si parla di

Video popolari

Castelvecchio, ingrandire il museo spostando l'ex Circolo Ufficiali. Verona si divide

VeronaSera è in caricamento