Su il sipario di Famiglie a Teatro, 14 spettacoli di prosa d’autore

Torna in sicurezza la rassegna del Teatro Stimate, che per il primo appuntamento trasloca all'aperto, nel Boscopark di Bosco Chiesanuova, per lo spettacolo Il diavolo fortunato

 

Si alza il sipario per l'edizione 2020/21 di Famiglie a Teatro. A partire da domenica 18 ottobre, fino al prossimo 21 marzo, sul palco del Teatro Stimate, e non solo, si alterneranno quattordici spettacoli all'insegna della prosa d’autore. Torna così, in totale sicurezza, nel pieno rispetto delle misure vigenti, una delle rassegne più longeve dedicata principalmente al mondo delle famiglie, promossa da Fondazione Aida in collaborazione con l'assessorato all'istruzione del Comune di Verona.

Molti gli spettacoli in doppia replica, pomeridiana e serale, per garantire il necessario distanziamento sociale e un adeguato numero di posti. Per il primo appuntamento le famiglie sono attese all'aperto nel Boscopark di Bosco Chiesanuova, dove, domenica 18 ottobre, alle 16, verrà presentato lo spettacolo Il diavolo fortunato.
L'inaugurazione ufficiale della rassegna si terrà invece sabato 31 ottobre al Teatro Stimate in Via Montanari, dove, in doppia replica alle 17.30 e 20.30, andrà in scena l'evento musicale di Halloween Una Vita da mago del quartetto de I Muffin.
Tra gli imperdibili di questa stagione si segnala il debutto veronese de Il Gruffalò. Lo spettacolo andrà in scena dal 5 all'8 dicembre al Teatro Stabile, con primo spettacolo alle 15.30 e replica alle 18, ad eccezione del 7 dicembre in cui la replica sarà alle 20.30.
A grande richiesta viene confermata anche per questa stagione la commedia musicale Buon Natale Babbo Natale, una fiaba per rivivere la magia di questo periodo. L'appuntamento è per il 3 gennaio.
Sul palco di Via Montanari si alterneranno altri nove titoli, alcuni in programmazione esclusivamente alle 16.30, altri, al fine di garantire un'ampia partecipazione di pubblico, con doppio spettacolo alle 15.30 e alle 18.
Gli spettacoli con singola rappresentazione sono: La principessa e il drago (8 novembre); Leo inventa tutto (15 novembre); Il viaggio di Alice, portavoce dei diritti dei bambini (22 novembre) in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti per l’infanzia; C’era due volte il Barone Lamberto (31 gennaio). A febbraio, il 21, sarà la volta di Storia di un bambino e di un pinguino di Teatro Telaio, mentre il 21 marzo chiude la stagione Il Mago di Oz.
Quelli con replica: Giovanin senza paura (13 dicembre); Pippi Calzelunghe (17 gennaio); I tre porcellini (7 febbraio); Un brutto bruttissimo anatroccolo (7 marzo).

Collaborano alla rassegna: Fondazione Banca Popolare di Verona, Fondazione Cariverona, Mibact, Agsm, Arteven e Regione del Veneto.

Il programma di Famiglie a Teatro è stato presentato in municipio dall’assessore all'istruzione Maria Daniela Maellare insieme al direttore di Fondazione Aida Meri Malaguti. Presente Maurizio Marino presidente della Fondazione Banca Popolare di Verona, fra i sostenitori dell’iniziativa. «In questo momento - precisa l'assessore Maellare - è importante restituire alla comunità veronese un senso di normalità, che consenta di riappropriarsi, anche attraverso piccole e grandi iniziative, della propria città. Famiglie a Teatro è una rassegna che da molti anni accompagna le famiglie veronesi nella stagione dell'autunno-inverno. I bambini ne apprezzano i contenuti pensati per proprio per il loro target, i genitori gli spunti di riflessione che ogni incontro propone su tematiche sempre attuali. Un appuntamento da condividere insieme, per un pomeriggio o una serata in cui tensioni e preoccupazioni lasciano spazio alla spensieratezza».
«Il teatro - spiega Malaguti - è un potente strumento educativo ed uno spazio di incontro aperto alla comunità. Da trentasette anni organizziamo una consolidata rassegna di teatro ragazzi ed intendiamo proseguire l'attività coinvolgendo l'intera cittadinanza di Verona, per costruire una comunità educante che si prenda cura del cittadino in tutte le fasi della sua vita».

NORME ANTI-CONTAGIO

Obbligo di mascherina, igienizzazione delle mani e compilazione del modulo in autodichiarazione con i propri dati personali finalizzato alla eventuale necessità di tracciamento dei contatti come previsto dalle linee guida. Alla fine di ogni spettacolo, il Teatro Stimate verrà igienizzato.

ACCESSO AGLI SPETTACOLI

Per garantire il distanziamento sociale i posti sono stati dimezzati. Per una migliore gestione degli ingressi si invitano gli spettatori ad acquistare i biglietti online piuttosto che in biglietteria. Comunque la biglietteria è aperta i giorni di spettacolo dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30. L'accesso al foyer verrà regolamentato. Viene confermata anche per quest’anno la tessera a scalare Aida Family Card di dieci e quindici ingressi.

LOTTERIA SOLIDALE

A supporto dell'attività della fondazione, fortemente compromessa dall'epidemia in corso, viene indetta una lotteria solidale i cui biglietti potranno essere acquistati in biglietteria al costo di 2,5 euro. L'estrazione dei premi (giocattoli e biglietti per l'area termale Aquardens e Parco Giardino Sigurtà) si terrà al Teatro Stimate il 21 marzo 2021.

PROPOSTE PER LE SCUOLE

Fondazione Aida guarda anche al mondo della scuola. Da una parte gli spettacoli domenicali di Famiglie a Teatro verranno presentati anche infrasettimanalmente, per consentire la partecipazione degli studenti, con qualche proposta in più per la Giornata della Memoria. Dall'altra sarà il teatro, con la sua macchina organizzativa in versione smart, a raggiungere gli studenti con letture e interventi teatrali pensati ad hoc.

Per informazioni è possibile contattare Fondazione Aida ai numeri 045.8001471 o 045.595284, oppure via mail a fondazione@fondazioneaida.it.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento