rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un mese di eventi a Verona per la Giornata contro la violenza sulle donne

Fino a metà dicembre, oltre 40 tra spettacoli e incontri permetteranno di concentrare forze e attenzione su di un'emergenza sociale acuita dalla pandemia

Verona accende i suoi riflettori per più di un mese in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne. Fino a metà dicembre, oltre 40 tra appuntamenti, eventi, spettacoli e incontri permetteranno di concentrare forze e attenzione su di un'emergenza sociale acuita dalla pandemia.

«Esci dalla violenza, chiama!» è lo slogan scelto per l'edizione 2021 del ricco programma voluto dal Comune di Verona. Sul manifesto, una tenda scura rappresenta la casa che, anziché proteggere, diventa luogo di solitudine, isolamento e maltrattamento. A lato, la luce, quella telefonata che può cambiare la vita.
Giornata centrale del programma sarà il 25 novembre, data in cui tutto il mondo si ferma per porre l’accento sul preoccupante fenomeno. Dall'inaugurazione della panchina con la targa di Telefono Rosa al reading "L'amore che si volse e mi uccise: Lizzie Siddal e Sylvia Plath", dagli spunti di riflessione di "Esiste un'educazione alle pari opportunità?" al dialogo con gli studenti de "Le donne nei processi per violenza: la storia tra giudizi e pregiudizi". Fino agli spettacoli teatrali della sera.
Altro appuntamento clou sarà l'incontro del 29 novembre, alle 11, in Gran Guardia. Un confronto sulle "Azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza sulle donne: l'importanza della rete territoriale". Un momento per fare il punto della situazione e programmare azioni di integrazione fra i servizi e azioni di prevenzione ed educazione al rispetto rivolte a giovani generazioni e comunità educante. E poi ancora spettacoli teatrali, mostre, corsi di autodifesa, convegni medici, e incontri a 360 gradi.

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DEGLI EVENTI

«Un ricco programma che prenderà forma nell'arco del prossimo mese e frutto dell'impegno di tantissime realtà diverse - ha detto l'assessore alle pari opportunità Francesca Briani - Oltre 40 iniziative messe insieme dalle associazioni femminili e dalle istituzioni scaligere che da tanti anni lavorano in sinergia, con grande tenacia. Il periodo del lockdown non ha favorito la situazione anzi, ha intensificato il disagio sociale e quindi anche la violenza perpetrata all’interno delle mura domestiche. Non solo fisica, ma anche psicologica o economica. A tutte queste donne vogliamo ribadire che il territorio offre numerosi servizi di sostegno e aiuto».

E prima della presentazione degli eventi di quest'anno, la presidente di Lady Rally Sabrina Tumolo ha consegnato all'assessore Briani un assegno di duemila euro, fondi raccolti per i servizi comunali di protezione delle donne.

ladyrally consegna assegno centro antiviolenza-2
(La consegna dell'assegno)

I numeri riferiti alle situazioni di maltrattamento tra le mura domestiche non sono in diminuzione, anzi. La regione ha registrato un numero notevole di femminicidi, 10 dall'inizio dell'anno. In Italia, da gennaio a fine ottobre, sono state uccise 102 donne, delle quali 86 in ambito familiare o affettivo. Di queste, 59 hanno trovato la morte per mano del partner.

I principali servizi gratuiti offerti dell'assessorato alle pari opportunità per il sostegno delle donne vittime di violenza sono il Centro Anti-violenza Petra, che si può contattare al numero verde gratuito 800.392722. E poi la casa rifugio e la Pronta accoglienza h24, realizzati con la collaborazione della cooperativa Azalea e grazie a L'Albero, Il Ponte e la Protezione della Giovane.
Sono attivi, inoltre, dei percorsi rivolti ai maltrattanti. Il Comune di Verona, dal 2013, offre uno spazio di ascolto per uomini che intendono uscire dai comportamenti violenti, un servizio gratuito denominato: Nav Non Agire Violenza. Per accedere, è necessario fissare un appuntamento contattando il numero 333.9313148.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Un mese di eventi a Verona per la Giornata contro la violenza sulle donne

VeronaSera è in caricamento