Frana sulla Gardesana, operazioni di disgaggio con cariche esplosive

I vigili del fuoco di Riva Del Garda hanno «garantito la sicurezza in acqua», come richiesto dal Servizio Strade della Provincia di Trento

 

Oggi pomeriggio, 8 gennaio, con un video pubblicato su Facebook, i vigili del fuoco di Riva Del Garda hanno comunicato di aver «garantito la sicurezza in acqua durante le operazioni di disgaggio sulla Strada Statale 249», come richiesto dal Servizio Strade della Provincia di Trento

«Le operazioni sono state eseguite con cariche esplosive sul luogo della frana avvenuta il 2 gennaio», hanno aggiunto i pompieri trentini. Dal 2 gennaio scorso, infatti, la Gardesana è chiusa proprio al confine tra le province di Verona e Trento, per uno smottamento avvenuto nella località di Tempesta. Circa 800 metri cubi di terra hanno ceduto, finendo in parte sulla sede stradale e fortunatamente senza investire nessun passante. Da allora, i collegamenti tra Malcesine e Riva Del Garda sono garantiti da un servizio di battelli che via lago trasportano i pendolari. Servizio che è stato reso gratuito per gli abbonati di Atv, l'azienda veronese del trasporto pubblico.

L'operazione di disgaggio di oggi fa parte della serie di interventi di messa in sicurezza della parte di terreno interessato dalla frana, in modo tale da poterlo rendere stabile ed evitare altri smottamenti. Una volta concluse queste operazioni, si passerà alla sistemazione della strada in vista di una sua riapertura entro la fine di questo mese di gennaio.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento