rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022

Un "bosco in pediatria" al Magalini, un'attenzione in più ai piccoli pazienti

Terminate le decorazioni con cui l'artista Silvio Irilli ha trasformato le pareti del reparto in un ambiente da fiaba, un bosco incantato con animali e personaggi dei cartoni animati

Un Magalini sempre più a misura di bambino. All'ospedale di Villafranca sono stati presentati i decori con cui l'artista Silvio Irilli ha trasformato le pareti del reparto di pediatria in un bosco incantato, con animali e personaggi dei cartoni animati. Un ambiente da fiaba per i piccoli pazienti.

Il dottor Mauro Cinquetti, direttore del dipartimento materno-infantile dell'Ulss 9 Scaligera, ha osservato come «un ospedale nuovo, strutturalmente eccellente come quello di Villafranca, che al primo piano presenta i reparti dedicati alla donna e al bambino, con queste decorazioni inizia un percorso di attenzione ai piccoli pazienti e alla loro accoglienza. Un percorso che abbiamo affrontato con l'associazione Abio, poi portato a compimento dal dottor Alessandro Bodini. La volontà è creare un’area pediatrica con un contesto attento alle esigenze e al vissuto dei piccoli. In un momento così critico, è un investimento in direzione del benessere dei bambini, il nostro futuro: così Villafranca si conferma punto di riferimento pediatrico per la popolazione del territorio».
Il dottor Alessandro Bodini, direttore della pediatria di Villafranca, ha confermato i numeri in crescita: «I numeri di pediatria, da quando abbiamo riaperto il 21 giugno scorso, stanno diventando sempre più importanti: negli ultimi due mesi e mezzo abbiamo la conferma di due nati al giorno in media. Per quanto riguarda i ricoveri in pediatria, finora sono stati 180. E il nostro gruppo ha visto di recente l'arrivo di quattro nuovi medici pediatri. Sono numeri che indicano il nostro impegno».
Alla realizzazione del progetto hanno contribuito anche la dottoressa Daniela Marcer e la dottoressa Barbara Solinas della direzione medica del Magalini, con la dottoressa Claudia Dalli Cani, coordinatrice della pediatria del Magalini.

Roberto Luca Dall'Oca, sindaco di Villafranca, ha sottolineato che: «Il Magalini prosegue così il suo percorso per tornare ad essere pienamente l'ospedale di eccellenza che tutti vogliamo che sia. Sono felicissimo per pediatria: oltre ai servizi essenziali, curiamo così anche l’accoglienza dei piccoli pazienti. Non arretriamo di un passo; anzi, ne facciamo due in avanti».
Lucia Di Palma, presidente di Abio Verona, l'associazione che ha raccolto i fondi per realizzare l'opera, ha affermato: «I dipinti realizzati da Silvio Irilli hanno colto in pieno lo scopo che l’artista si è posto: entrare nel reparto pediatrico dell'ospedale di Villafranca è come entrare in un mondo sereno e fatato che allieterà, sicuramente, i momenti difficili di tantissimi bambini e delle loro famiglie».
Il pittore Silvio Irilli, da parte sua, ha spiegato così la sua opera: «Da sempre il desiderio che mi anima è far sì che i bambini possano continuare a sognare anche dentro un reparto di pediatria. E in questa occasione è stato bello averlo realizzato in collaborazione con Abio Verona, che ringrazio e che ha creduto subito con tanta passione al progetto. L'idea è stata fin da subito quella di creare un percorso emozionale in un bosco con tanti personaggi e con il bellissimo castello di Villafranca di Verona. Ringrazio quindi il dottor Cinquetti, il dottor Bodini, la direzione dell'ospedale e l'Ulss 9 Scaligera. E mi auguro che "il bosco in pediatria" possa portare un momento di gioia nel reparto e possa essere di supporto ai medici durante l'accoglienza e la degenza dei bambini».
Infine, il direttore generale dell'Ulss Pietro Girardi ha colto l'occasione per ringraziare Abio Verona e l'artista Silvio Irilli per la sensibilità avuta attraverso la loro donazione e ricorda quanto sia sempre molto importante dedicare risorse umane qualificate e attrezzature adeguate ai servizi dedicati ai bambini, che sono presente e futuro della nostra società.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Un "bosco in pediatria" al Magalini, un'attenzione in più ai piccoli pazienti

VeronaSera è in caricamento