Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid, Zaia: «Apriamo le vaccinazioni agli operatori del mondo del turismo»

E il presidente della Veneto ha anche aggiunto che si potrà vaccinare anche chi lavora nei centri estivi

Questa mattina, 4 giugno, il presidente della Regione Luca Zaia ha aggiornato ancora i cittadini sull'emergenza Covid-19 in Veneto. E lo ha fatto dalla sede della protezione civile regionale di Marghera.

Prima di leggere il bollettino sui contagiati e i ricoverati a causa del coronavirus, Zaia ha detto che sta attendendo l'ordinanza del ministro della salute Roberto Speranza. Ordinanza che permetterà al Veneto di essere da lunedì 7 giugno tra le regioni con il più basso rischio Covid (zona bianca). «E vi anticipo che farò un'ordinanza ricognitoria perché con l'ingresso in zona bianca potremo anticipare l'apertura di alcune attività attualmente chiuse e la fine del coprifuoco».

Sul bollettino delle 8, Zaia ha dichiarato: «I test positivi al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore sono stati 121 e rappresentano lo 0,42% dei 28.720 tamponi effettuati. I ricoverati totali per Covid-19 in Veneto sono scesi a 595, di cui 526 in area non critica e 69 in terapia intensiva. E nelle terapie intensive sono presenti anche 347 pazienti non Covid».

E sulla campagna vaccinale anti-Covid, il presidente del Veneto ha illustrato questi dati: «Nelle ultime 24 ore, sono state somministrate 53.126 dosi e quindi stiamo performando alla grande. E sono tanti i giovani che si stanno prenotando per il vaccino. Alle 11 di questa mattina erano 336.056, la maggior parte dei quali sono giovani nati dal 1998 al 2002. Ma il dato più bello di oggi è che il 55,7% dei veneti ha ricevuto almeno una dose di vaccino o è già prenotato per averla».
Ai dati, Zaia ha poi aggiunto un annuncio: «Alle 16 di oggi, apriamo le prenotazioni a due categorie. Ci saranno 50mila posti riservati agli operatori del mondo del turismo. Mentre riserveremo 30mila posti per vaccinare chi sarà impegnato nei centri estivi. Noi abbiamo solo un problema ed è che i vaccini Johnson & Johnson ed Astrazeneca si possono fare solo a chi ha più di 60 anni. Noi però non ci stiamo più concentrando sugli over 60, perché la maggior parte è già vaccinata. E quindi tutti i vaccini Johnson & Johnson ed Astrazeneca finiranno in magazzino. Come Regioni abbiamo chiesto un'ulteriore espressione da parte di Aifa sulla potenzialità di utilizzo di questi due vaccini, ma pare che la risposta sarà di conferma dell'attuale limite di utilizzo».

Si parla di

Video popolari

Covid, Zaia: «Apriamo le vaccinazioni agli operatori del mondo del turismo»

VeronaSera è in caricamento