Venerdì, 17 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Veneto resta in zona bianca. E sulla terza dose, Zaia assicura: «Siamo pronti»

I dati che permettono alla regione di non andare in zona gialla sono: Rt a 0,91, incidenza settimanale di 81,3 casi ogni 100mila abitanti, occupazione degli ospedali del 3% in area non critica è del 5% in terapia intensiva

Il presidente della Regione Luca Zaia ha comunicato anche oggi, 10 settembre, numeri e valutazioni sull'andamento dell'emergenza coronavirus in Veneto. E sulla campagna vaccinale anti-Covid, con accenni sulla terza dose, è intervenuto il coordinatore regionale Paolo Fattori.

Le prime cifre lette dal presidente Zaia sono state quelle del bollettino delle 8 di questa mattina: «Nelle ultime 24 ore sono risultati positivi 618 tamponi sui 43.300 effettuati, dunque l'incidenza giornaliera è stata dell'1,43%. Oggi risultano in quarantena in Veneto perché positive al coronavirus 13.173 persone. Ed i ricoverati per Covid-19 sono 308. I ricoverati in area non critica sono 250 e nelle terapie intensive ci sono 58 pazienti Covid e 351 non Covid».

Il presidente del Veneto ha poi riferito le sue preoccupazioni in vista dell'autunno: la prima è il monitoraggio della circolazione del virus all'interno delle scuole e la seconda è la messa in sicurezza degli anziani. E per raggiungere questo secondo obiettivo sembra sempre più necessario un secondo richiamo di vaccino anti-Covid, la cosiddetta terza dose che già in questo mese di settembre potrebbe essere somministrata a pazienti fragili, come gli immunodepressi. «In Veneto, i fragili sono oltre 160mila - ha spiegato Zaia - Si pensa ad una somministrazione dopo almeno 28 giorni dall'ultima inoculazione per i fragili e dopo 6 mesi per tutte le altre categorie. E da parte nostra la preoccupazione è per gli anziani. Vaccini ne abbiamo, ma va chiarito se la terza dose dovrà essere fatta con lo stesso vaccino delle prime due o potrà essere eterologa. E speriamo che sia possibile partire con la terza dose per i fragili ma anche per i grandi anziani. Noi siamo pronti con un piano vaccinale importante e operativo. Faccio ancora appello a chi ancora non si è vaccinato: prenotatevi il prima possibile, perché la terza dose, quando scatterà, diventerà la priorità e tutti gli altri andranno in coda».

Infine, Zaia ha confermato che il Veneto resterà nella zona bianca anche la prossima settimana in virtù di questi dati: «Abbiamo un indice di contagio (Rt) di 0,91 ed un'incidenza settimanale di 81,3 casi ogni 100mila abitanti - ha detto il presidente regionale - L'occupazione degli ospedali in area non critica è del 3% e in terapia intensiva è del 5%».

Dopo Zaia, l'ingegner Fattori ha fornito qualche dato in più sulla campagna vaccinale anti-Covid e sull'imminente terza dose: «Attualmente, tra chi ha almeno una dose di vaccino e prenotati siamo al 79,5% della popolazione vaccinale e siamo oltre il 71% dell'intera popolazione. Le vaccinazioni aumentano e le fasce di età che attualmente stanno crescendo di più sono quelle tra 12 e 19 anni e tra 30 e 39 anni. Stiamo lavorando sull'organizzazione delle terze dosi, cercando di capire quali saranno le categorie a cui sarà data la priorità. I primi a partire dovrebbero essere i soggetti estremamente vulnerabili che in Veneto sono 170mila, poi gli over 80 che sono 365mila. Dobbiamo però tener presente che ci sono anche i soggetti a rischio per motivi lavorativi, quindi il personale sanitario, ma anche gli ospiti delle rsa. Parliamo dunque di altre 100mila persone. E se la terza dose si potrà fare già a distanza di sei mesi dalla seconda dose, noi sappiamo che possiamo somministrare la terza dose oggi a circa 200mila persone che entro fine anno diventeranno più di un milione e 200mila. Nel magazzino, comunque, abbiamo vaccini a sufficienza per sostenere la capacità vaccinale e per coprire l'eventuale terza dose».

Si parla di

Video popolari

Veneto resta in zona bianca. E sulla terza dose, Zaia assicura: «Siamo pronti»

VeronaSera è in caricamento