Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid, Zaia: «Avanti con vaccinazioni, ma arrivate meno dosi di quelle annunciate»

Il presidente della Regione: «Da aprile a luglio, le forniture di Pfizer sono inferiori del 25,6% rispetto a quelle annunciate. Quelle di Moderna sono inferiori del 65%»

Questa mattina, 21 giugno, dalla sede della protezione civile regionale di Marghera, il presidente della Regione Luca Zaia ha tenuto un nuovo aggiornamento su Covid-19 in Veneto, insieme all'assessore alla sanità Manuela Lanzarin.
«Nelle ultime 24 ore, su 5.238 tamponi effettuati in Veneto, solo 8 sono risultati positivi al coronavirus, quindi lo 0,15% - ha detto Zaia, leggendo i dati del bollettino delle 8 di questa mattina - Attualmente sono positivi 5.200 veneti, ma caleranno vorticosamente perché molti si negativizzeranno. E i ricoverati totali per Covid-19 sono 338: in area non critica sono 297 e in terapia intensiva sono 41. In più, nelle terapie intensive, ci sono anche 352 pazienti non Covid».

Ed il presidente della Regione ha fornito aggiornamenti anche sulla campagna vaccinale. «Nelle ultime 24 ore abbiamo somministrato 40.761 dosi di vaccini anti-Covid - ha detto Zaia - Stiamo esaurendo i vaccini Pfizer e quindi continua ad esserci il problema della disponibilità di vaccini. E le forniture ricevute sono assolutamente al di sotto delle forniture annunciate. Nel periodo tra fine aprile e luglio, le forniture di Pfizer sono state inferiori del 25,6% rispetto a quelle che avevano annunciato. E quelle di Moderna sono inferiori del 65,74%. La campagna vaccinale comunque procede bene, potrebbe però essere ancora più incalzante se avessimo più vaccini. In base alle fasce di età, i vaccinati o coloro che hanno prenotato il vaccino sono: il 99,3% tra gli over 80, l'88,9% nella fascia 70-79 anni, l'82,4% nella fascia 60-69 anni, il 72,3% nella fascia 50-59 anni, il 60,5% nella fascia 40-49 anni, il 47,5% nella fascia 30-39 anni, il 51,7% nella fascia 20-29 anni e il 21,6% nella fascia 12-19 anni».

Si parla di

Video popolari

Covid, Zaia: «Avanti con vaccinazioni, ma arrivate meno dosi di quelle annunciate»

VeronaSera è in caricamento