rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Zaia: «Covid sotto controllo in ospedale grazie ai vaccini, ma la mascherina serve»

Il presidente della Regione non nega l'incremento dei contagi e per questo ha chiesto ai cittadini di avere sempre prudenza

Da Palazzo Balbi, a Venezia, il presidente della Regione Luca Zaia e il suo assessore alla sanità Manuela Lanzarin hanno tenuto questa mattina, 2 novembre, un nuovo aggiornamento sulla situazione del Covid-19 in Veneto.

I primi dati forniti dal presidente Zaia sono stati quelli del bollettino: «In Veneto oggi ci sono 11.003 positivi al coronavirus e sono 336 quelli che sono stati trovati nelle ultime 24 ore. I 336 tamponi positivi dell'ultima giornata rappresentano il 2,13% dei 15.736 tamponi eseguiti. I ricoverati per Covid negli ospedali sono 257, di cui 218 in area non critica e 39 in terapia intensiva. Ed in terapia intensiva ci sono anche 356 pazienti non Covid».
E dopo aver letto il bollettino, il presidente del Veneto ha espresso questo commento: «Se non usiamo la mascherina in occasione di assembramento, aumentiamo la diffusione del contagio. Oggi abbiamo una situazione sotto controllo a livello ospedaliero grazie all'effetto dei vaccini, ma siamo ancora in pandemia perché le infezioni continuano. Gli ospedali tengono, ma i contagi aumentano perché aumentano le occasioni di assembramento. Quindi se non ci mettiamo del nostro per tutelarci e per tutelare la comunità è inevitabile che il contagio si diffonderà sempre più. Mentre noi vogliamo vedere la regressione dell'infezione».

Sui vaccini, Zaia ha dichiarato che la terza dose del siero anti-Covid è già stata somministrata al 70% degli ospiti delle case di riposo che la potevano ricevere. Inoltre, ha augurato buon lavoro a tutti gli operatori che da oggi sono impegnati anche nella somministrazione del vaccino antinfluenzale.
«Siamo arrivati a 110mila terze dosi somministrate - ha aggiunto l'assessore Lanzarin - Stiamo spingendo molto nelle case di riposo, dove purtroppo i contagi crescono. Giovedì scorso avevamo 28 positivi nelle case di riposo, oggi ne abbiamo 98, di cui 64 solo nel cluster di Conselve e 25 in un altro cluster a Vicenza. La maggior parte sono asintomatici o con pochi sintomi e i pochi ricoverati non sono in terapia intensiva».

Video popolari

Zaia: «Covid sotto controllo in ospedale grazie ai vaccini, ma la mascherina serve»

VeronaSera è in caricamento