Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, Zaia: «Calano le prenotazioni dei vaccini, ma i posti ci sono»

Il presidente della Regione ha ricordato che fino all'8 settembre ci sono 200mila posti liberi spalmati su tutte le Ulss. «Non ha senso aspettare l'autunno per vaccinarsi»

Covid-19 in Veneto. Anche questa mattina, 2 agosto, il presidente del Veneto Luca Zaia ha voluto aggiornare i cittadini in prima persona, parlando dalla sede della protezione civile regionale di Marghera insieme all'assessore regionale alla sanità Manuela Lanzarin ed al responsabile dell'unità di prevenzione e sanità pubblica del Veneto Michele Mongillo.

Come al solito, il presidente regionale ha aperto l'incontro leggendo i dati del bollettino delle 8. «Addirittura abbiamo anche dati di deospedalizzazione, con 145 pazienti per Covid-19 in area non critica e 19 in terapia intensiva. Ed in terapia intensiva abbiamo anche 353 pazienti non Covid. I morti per Covid-19 in Veneto sono 11.639, tre in meno rispetto a ieri, ma perché è stato accertato che questi tre decessi conteggiati come Covid erano in realtà non Covid».

Sull'attuale ondata di contagi, Zaia ha commentato: «Questa fase si conferma poco aggressiva dal punto di vista ospedaliero e per noi questo è un dato importante. Ci sono tanti asintomatici, ma il virus sta circolando e la variante Delta rappresenta ormai il 98% di tutti i casi di positività attualmente presenti».

Infine, il governatore del Veneto ha sottolineato l'importanza della campagna vaccinale: «Fino all'8 settembre ci sono ancora 200mila dosi di vaccino anti-Covid che si possono prenotare. Abbiamo notato un evidente calo delle prenotazioni, che probabilmente è dovuto al fatto che la stagione estiva sta entrando nel vivo. Nell'ultimo fine settimana abbiamo avuto tra le tremila e le quattromila prenotazioni al giorno, mentre prima non scendevamo mai sotto le diecimila. Il mio appello è dunque quello di approfittare di questo periodo in cui ci sono tanti vaccini e tanti posti liberi nei centri vaccinali. È meglio vaccinarsi adesso perché non ha senso aspettare l'autunno creando un ingorgo. E sui dati vi dico che tra vaccinati e prenotati contiamo di raggiungere una copertura superiore al 75% a settembre. Il nostro obiettivo è superare l'80% a ottobre».

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, Zaia: «Calano le prenotazioni dei vaccini, ma i posti ci sono»

VeronaSera è in caricamento