Sabato, 12 Giugno 2021

Covid-19, Zaia: «Il virus c'è, ma restrizioni e coprifuoco si potrebbero allentare»

Il presidente del Veneto spera in qualche provvedimento governativo che riduca le limitazioni ai cittadini, forte anche di una campagna vaccinale che procede molto bene

Si è tenuto regolarmente anche questa mattina, 17 maggio, l'appuntamento informativo del presidente della Regione Luca Zaia sulla situazione relativa al coronavirus in Veneto. Nella sede della protezione civile regionale di Marghera, oltre a Zaia, anche l'assessore alla sanità Manuela Lanzarin.

I primi aggiornamenti forniti da Zaia sono stati i dati del bollettino di questa mattina: «Sono 173 i positivi al virus scoperti nelle ultime 24 ore, un arco di tempo in cui sono stati eseguiti 9.147 tamponi. E quindi i test positivi hanno avuto una prevalenza dell'1,89%. Siamo scesi sotto quota mille con i ricoverati per Covid. Attualmente sono 991, tra 871 pazienti in area non critica e 120 pazienti in terapia intensiva. Ed in terapia intensiva ci sono anche 276 pazienti non Covid».

Altri aggiornamenti, Zaia li ha forniti sulla campagna vaccinale. Ma prima ha voluto condividere un auspicio visto che il Governo sta discutendo sull'allentamento di alcune limitazioni dei cittadini. «Speriamo che si metta mano al coprifuoco, che si permetta ai ristoratori di servire i clienti anche all'interno e non solo all'esterno e che si diano risposte al mondo delle piscine, perché per quelle al coperte non ci sono ancora certezze - ha detto il presidente del Veneto - Il virus contagia ancora, ma le categorie dove è alto il numero di vaccinati sono praticamente scomparse dai ricoveri. Quindi il vaccino funziona e coloro che facevano previsioni pessimistiche dopo le prime aperture del 26 aprile sono stati tutti sbugiardati. Io penso che a questo punto abbia senso accompagnare il processo in atto. Significa metter mano al coprifuoco e significa allentare un po' di più».

Sulla campagna vaccinale anti-Covid, Zaia ha dichiarato: «Nelle ultime 24 ore abbiamo somministrato 28.317 dosi. La presenza di cittadini vaccinati tra chi ha più di 80 anni è del 97,4% e nella fascia di età 70-79 è dell'83,7%. Nella fascia di età 60-69, tra vaccinati e prenotati, siamo al 78%; tra i 50enni siamo al 65% in meno di due settimane; e tra i 40enni siamo al 41%. Ci sono ancora circa 2mila posti liberi per chi vuole prenotarsi il vaccino, poi da domani apriremo 80mila nuovi posti prenotabili. E intanto, sono partiti anche i punti vaccinali attivati nelle aziende, come quello della Aermec di Riello nel Veronese».

Infine, Zaia ha annunciato che presto sarà in vigore una nuova disposizione in Veneto che permette di anticipare o posticipare di qualche giorno la somministrazione del richiamo.

Si parla di

Video popolari

Covid-19, Zaia: «Il virus c'è, ma restrizioni e coprifuoco si potrebbero allentare»

VeronaSera è in caricamento