rotate-mobile
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid-19, prima dose ad accesso libero per i lavoratori con obbligo vaccinale

Lo ha annunciato il presidente della Regione Luca Zaia: «In Veneto, i non vaccinati nelle categorie in cui è scattato l'obbligo sono 3.521 e avranno tutto l'accesso diretto ai centri vaccinali»

Da oggi, 15 dicembre, è scattato l'obbligo vaccinale anti-Covid per due categorie di lavoratori: il personale scolastico e quello delle forze dell'ordine. E in Veneto, gli appartenenti a queste categorie che non si sono ancora vaccinati potranno ricevere la prima dose anche senza prenotazione, basta che si presentino in uno dei centri vaccinali del territorio. Una novità che è stata annunciata dal presidente della Regione Luca Zaia durante l'aggiornamento sull'emergenza coronavirus in Veneto.

Anche sprovvisto dei classici cartelli, Zaia ha riassunto i dati del bollettino di questa mattina. «Quasi l'80% dei pazienti Covid in terapia intensiva risulta non vaccinato - ha detto il governatore veneto - Sentiamo la pressione ospedaliera, anche se la situazione non è drammatica come lo era l'anno scorso. L'azione dei vaccini è innegabile perché rispetto ad un anno fa abbiamo un terzo dei ricoverati in ospedale».

Luca Zaia è al momento soddisfatto dell'andamento della campagna vaccinale contro il coronavirus. «Nelle ultime 24 ore abbiamo somministrato 47mila vaccini e la popolazione vaccinata è ormai oltre l'86%», ha spiegato il presidente della Regione, aggiungendo la decisione di rendere libero l'accesso al vaccino per tutti quei lavoratori che da oggi hanno l'obbligo di vaccinarsi. «In Veneto, i non vaccinati nelle categorie in cui è scattato l'obbligo sono 3.521 - ha illustrato Zaia - Da oggi, questi 3.521 cittadini hanno l'accesso diretto ai centri vaccinali. Si tratta di un numero non molto alto perché le percentuali dei lavoratori vaccinati in queste categorie sono alti: i carabinieri del Veneto vaccinati sono il 92.6%, i finanzieri il 93.2%, il personale carcerario l'86,8%, nella Polizia di Stato i vaccinati il 90,2% e nella Penitenziaria sono 90,6%, i vigili del fuoco vaccinati in Veneto sono l'85% e nel personale scolastico i vaccinati sono il 98,31%. Se i 3.521 non vaccinati decidessero tutti di presentarsi ai centri vaccinali, li vaccineremmo in un giorno perché sono circa l'8% della nostra capacità vaccinale media quotidiana».

Ed un altro dato diffuso oggi da Zaia riguarda l'altra novità della campagna vaccinale anti-Covid, ovvero la possibilità di vaccinare anche i bimbi tra i 5 e gli 11 anni. «Alle 12 di oggi, gli under 12 con vaccino prenotato in Veneto sono 18.029».

Sullo stesso argomento

Video popolari

Covid-19, prima dose ad accesso libero per i lavoratori con obbligo vaccinale

VeronaSera è in caricamento