Coronavirus, Zaia: «Quasi l'88% dei morti in Veneto sono over 70»

Il presidente regionale ha aggiunto qualche dato a quelli contenuti sul bollettino di questa mattina

 

«Io non so dirvi se abbiamo raggiunto il picco, ma ci sono i primi timidi indicatori anche a livello nazionale». Lo ha dichiarato il presidente del Veneto Luca Zaia commentando i dati del bollettino di questa mattina, 17 novembre, sull'emergenza coronavirus in Veneto.

Dati che mostrano, nell'arco delle 24 ore, un primo calo dei ricoveri nelle aree non critiche degli ospedali regionali, ma anche 100 deceduti per Covid-19. «Purtroppo il dato che cresce e decresce per ultimo è proprio quello dei morti», ha spiegato Zaia. E la decrescita di tre pazienti Covid nelle aree non critiche è molto piccola rispetto al totale dei pazienti. «La loro pressione la sentiamo con forza - ha detto il presidente regionale - Anche se avessimo raggiunto il picco, noi non sbaracchiamo».

E sui morti, Zaia ha fornito qualche statistica aggiuntiva ai numeri contenuti nel bollettino: «In questi ultimi quattro giorni, quasi l'88% dei decessi ha riguardato gli over 70, a cui si somma quasi un 7% degli over 65. Un dato che rispecchia anche quello dei ricoveri».

Il presidente del Veneto è poi tornato a parlare del test fai da te presentato ieri insieme al dottor Roberto Rigoli, ricordando che il test non è in commercio e se ci fossero dei test simili sul mercato non avrebbero ancora alcuna validità scientifica.

Infine, ha preso il microfono l'assessore regionale alla sanità Manuela Lanzarin che ha descritto il lavoro fatto finora per individuare le strutture che diventeranno hotel Covid per l'assistenza ai cittadini che non hanno spazi idonei nelle proprie abitazioni per rispettare l'isolamento ma non hanno bisogno di cure ospedaliere. «Sono state individuate circa una ventina di strutture, anche più di una per ogni Ulss - ha detto Lanzarin - E stiamo ragionando anche per individuare le modalità di ristoro per queste attività».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento