Zaia conferma Girardi all'Ulss 9 Scaligera e nomina Bravi per l'Aoui

Il presidente della Regione ha rinnovato i direttori generali delle aziende sanitarie venete. Due quelle per il territorio scaligero, con la novità di Cobello che lascia la guida degli ospedali di Verona

 

Nuovo giorno, nuove comunicazioni del presidente della Regione Luca Zaia sull'emergenza coronavirus in Veneto. Anche oggi, 26 febbraio, il governatore è stato affiancato dall'assessore alla sanità Manuela Lanzarin. L'appuntamento non si è tenuto nella sede della protezione civile regionale, a Marghera, ma direttamente da Palazzo Balbi, sede della Regione a Venezia. Da lì, Zaia ha annunciato le nomine dei nuovi direttori generali delle aziende sanitarie venete.

L'aggiornamento sulla pandemia è stata rapido e circoscritto alla sola lettura del bollettino delle 8 di questa mattina. Nel report regionale, però, non viene riportato il numero di tamponi eseguiti. Nelle ultime 24 ore i test fatti in Veneto sono stati 38.483 e la percentuale dei test positivi (1.174) sul totale è 3,05%. «Una lenta e timida crescita dell'incidenza», l'ha definita Zaia.

Sui direttori generali, invece, sono due le nomine che riguardano la provincia di Verona. Zaia ha dovuto scegliere i direttori generali dell'Ulss 9 Scaligera e dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata (Aoui) di Verona. Due nomine che sono una conferma ed una novità. La conferma è quella di Pietro Girardi all'Ulss. La novità è rappresentata dal dottor Callisto Marco Bravi, il quale prende il posto di Francesco Cobello alla direzione dell'Aoui. Il presidente Zaia ci ha tenuto però a ringraziare Cobello, ricordando che proprio Cobello si è trovato ad affrontare due emergenze sovrapposte, quella del coronavirus e quella del citrobacter.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento