Covid, Zaia: «Siamo nella parte alta della curva. Non si sa quanto durerà»

Il presidente del Veneto ha fornito gli aggiornamenti quotidiani sull'emergenza coronavirus, mentre l'ingegner Paolo Fattori ha illustrato quanti dispositivi di protezione individuale sono presenti nei magazzini della Regione

 

«Stiamo gestendo con non poche difficoltà questa situazione. Abbiamo altri pazienti che escono dalle terapie intensive, l'importante è non caricarne tanti altri. Vediamo gli effetti delle cure domiciliari e ne vedremo sempre di più. Dagli indicatori che abbiamo, dovremmo essere entrati nella parte della curva e vedremo quanto durerà, ma eviterei di fare previsioni, in particolare quelle che riguardano il Natale». Così il presidente del Veneto Luca Zaia ha commentato il bollettino dei questa mattina, 18 novembre, sull'emergenza coronavirus. Un commento rapido, a cui Zaia ha aggiunto l'annuncio su di un argomento extra Covid: «Domani apriremo il terzo tratto della Pedemontana - ha detto il presidente regionale - È il tratto di 15 chilometri che va da Breganze a Bassano del Grappa e si aggiunge agli altri già aperti. Dalle 12 di domani sarà dunque possibile percorrere 35 chilometri dei 94 della Pedemontana. E con questa nuova apertura andiamo a dimezzare gli attuali tempi di percorrenza».

Nell'aggiornamento di questo pomeriggio, Zaia ha invitato l'ingegner Paolo Fattori per informare i cittadini sui dispositivi sanitari già acquistati dalla Regione e conservati nei magazzini, in modo da essere sempre a disposizioni delle strutture ospedaliera ed extra-ospedaliera. L'ingegner Fattori ha illustrato l'attività svolta da Azienda Zero dal 26 febbraio in poi per tutte le realtà socio-sanitarie del territorio. I responsabili delle varie strutture hanno dovuto comunicare ad Azienda Zero il fabbisogno quotidiano dei dispositivi di protezione individuale, il cui consumo è aumentato in maniera enorme a causa della pandemia. Le necessità del sistema sono state poi periodicamente aggiornate, così da permettere una gestione ottimale degli acquisti e della distribuzione da parte della Regione. Infine, Fattori ha illustrato le forniture attualmente presenti nei magazzini regionali. Forniture che permettono un'autonomia di 22 mesi, ad esempio, per le mascherine ffp2 o di 30 mesi per le tute protettive.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento