Martedì, 15 Giugno 2021

Covid, Lanzarin: «Incidenza sotto i 50 casi, tre settimane così ed è zona bianca»

L'assessore regionale alla sanità ha fornito i dati della pandemia in Veneto: «Rt a 0,74 ed incidenza ospedaliera al 9% sia nella terapia intensiva che in area non critica»

Bloccato da un impegno istituzionale, il presidente della Regione Luca Zaia non è stato presente oggi, 20 maggio, all'appuntamento con le informazioni sull'emergenza coronavirus in Veneto. Gli aggiornamenti sono stati forniti solo dall'assessore regionale alla sanità Manuela Lanzarin.

L'assessore ha riferito i dati contenuti nel bollettino Covid delle 8 di questa mattina. A questi dati è stato aggiunto il dato sulla prevalenza dei tamponi positivi al coronavirus sul totale dei tamponi eseguiti in 24 ore: i tamponi positivi sono 293, quelli totali sono 32.273 e quindi la prevalenza in percentuale è dello 0,9%. Inoltre, l'assessore Lanzarin ha anche specificato che tra tutti i pazienti ricoverati in questo momento nelle terapie intensive del Veneto, quelli ricoverati per Covid sono 99 e quelli non Covid sono 289.

Manuela Lanzarin ha poi proseguito fornendo anche i dati sugli indicatori di rischio Covid. Indicatori su cui si basa la classificazione delle regioni nelle varie zone (bianca, gialla, arancione o rossa). «Il nostro indice di trasmissibilità del virus (Rt) è a 0,74, l'incidenza settimanale è 44,9 casi su 100mila abitanti. Quindi siamo sotto la famosa soglia di 50 casi ogni 100mila abitanti. Se ci manteniamo per tre settimane consecutive sotto questa soglia potremo passare in area bianca. Buona anche l'incidenza ospedaliera che è del 9% sia per la terapia intensiva che per l'area non critica».

E un altro bollettino letto oggi dall'assessore Lanzarin è quello sulla campagna vaccinale anti-Covid. «Ieri sono state somministrate 34.762 dosi - ha detto - La campagna sta proseguendo per le fasce di età dai 40 anni in su. Tra gli over 80, la percentuale dei vaccinati è andata ben oltre le nostre aspettative e oltre gli obiettivi posti a livello nazionale, perché siamo quasi al 98%. Tra i 70enni siamo all'83%. Tra i 60enni siamo 64,6% di vaccinati e se ci aggiungiamo i prenotati siamo oltre il 70%. Tra i 50enni siamo al 21% di vaccinati, ma con i prenotati siamo oltre il 60%. E tra i 40enni siamo circa al 13% di vaccinati, ma con i prenotati saliamo sopra il 40%. Ieri è arrivata la fornitura settimanale del vaccino Pfizer e quella di Moderna, mentre domani arriverà una nuova fornitura di Moderna ed altri vaccini di Johnson & Johnson. Infine, di posti ancora liberi per chi volesse prenotarsi il vaccino ce ne sono ancora circa 50mila, anche se in alcune Ulss i posti disponibili sono terminati».

Si parla di

Video popolari

Covid, Lanzarin: «Incidenza sotto i 50 casi, tre settimane così ed è zona bianca»

VeronaSera è in caricamento