Anche quest'anno tutto predisposto per avviare i centri estivi a Verona

Le iscrizioni potranno essere effettuate online, dal 26 aprile al 31 maggio per i residenti nel capoluogo e dall'1 al 6 giugno per chi proviene dalla provincia. Si inizia con i pre-Cer il 21 giugno

 

È partita la macchina organizzativa dei Cer, centri estivi ricreativi, il servizio del Comune di Verona che ogni anno accoglie, nei mesi estivi, bambini e ragazzi dai 3 ai 12 anni (e fino ai 14 anni se diversamente abili). Un'occasione di socializzazione, gioco e apprendimento, così come un supporto per i genitori che devono conciliare famiglia e lavoro.

Le date sono già nero su bianco. Lunedì 21 giugno inizierà il pre-Cer, attività rivolta ai ragazzi dai 6 ai 12 anni (14 anni se diversamente abili certificati da autorità competenti) all'interno delle scuole Messedaglia, Farinata Degli Uberti, M. Chiot, Europa Unita, D'Azeglio, Giuliari, Rodari, Forti e Don Mercante. Lunedì 5 luglio inizieranno i Cer per i bambini dai 3 ai 6 anni. Il servizio si terrà nelle scuole dell'infanzia Bentegodi, Carso, Arcobaleno, Di Cambio, Croce Bianca, Rodari, Piccono Della Valle, Primo Maggio, Vincenti, Dai Libri, Badile e Monte Tesoro. Accoglienza dalle 7.45 alle 9 e uscita dalle 16 alle 16.30, sempre scaglionate. E con i protocolli già adottati nel corso della scorsa estate.
Le iscrizioni potranno essere effettuate online, dal 26 aprile al 31 maggio per i residenti nel Comune di Verona e dall'1 al 6 giugno per chi proviene dalla provincia. Sarà possibile presentare la domanda scegliendo fino ad un massimo di due turni, più il pre-cer previsto per la scuola primaria e secondaria di primo grado. In caso di esaurimento dei posti disponibili sarà possibile iscriversi ad una lista d'attesa.
Rette e agevolazioni rimarranno invariate e saranno calcolate in base all'Isee.
Durante il mese di luglio si svolgerà anche il servizio "Estate Nido", pensato per bambini fino a tre anni. Le iscrizioni si effettueranno dal 12 al 23 aprile, sempre online, sul sito www.comune.verona.it.

Come per l'estate 2020, visto il protrarsi della pandemia, l'amministrazione comunale veronese si riserva la facoltà di non attivare i servizi estivi nel caso in cui permangano i provvedimenti di prevenzione per l’emergenza sanitaria da Covid-19 o per qualsiasi altra ragione necessaria a tutelare la salute degli utenti e degli operatori o per altri motivi di pubblico interesse.

La gestione dei Cer, anche quest’anno, è affidata alla Cooperativa Sociale Aldia, che si occuperà della parte operativa del servizio con la supervisione e il monitoraggio costante del personale comunale.
In ogni sede sarà presente una équipe di educatori-animatori qualificati coordinata da un animatore responsabile dell'attività del centro e dei rapporti con i genitori.
Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 045-2212211.

«Sono certa che con la campagna vaccinale la situazione migliorerà - ha commentato l'assessore all'istruzione Maria Daniela Maellare - Tutto è stato predisposto per avviare i Cer come ogni anno, assicurando così ai nostri bambini e ragazzi momenti di svago, divertimento, amicizia, in ambienti selezionati e consoni alla loro crescita. Vogliamo essere pronti perché, vista la chiusura delle scuole, i piccoli avranno bisogno di ritornare ad una situazione di normalità. E tutto andrà in questa direzione, pur applicando i protocolli che abbiamo già testato l’anno scorso e che hanno consentito di svolgere in sicurezza le attività, numerose delle quali all’aperto nei cortili delle scuole».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento