rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Affitti arretrati per l'uso del Bentegodi, il Comune trova accordo con l'Hellas

In 12 rate, il club gialloblù salderà il suo debito con il Comune di Verona, che spera di trovare presto un'intesa anche con il Chievo Verona

Il Comune di Verona replica alle polemiche sulla situazione debitoria di Hellas Verona e Chievo Verona per il mancato pagamento parziale dei canoni di affitto dello stadio Bentegodi. L'amministrazione pubblica ha trovato un accordo con l'Hellas per il pagamento di quasi due milioni di euro, mentre con il Chievo era partito l'iter giudiziario per la riscossione e si stanno ultimando gli incontri per l'individuazione delle modalità di pagamento di circa 2.700.000 euro.

Il recupero degli arretrati da parte del Comune è stato un complesso procedimento avviato da tempo e che, dal punto di vista amministrativo, ha richiesto diverse fasi. Attività arrivate adesso alla fase conclusiva. Sul tavolo, in entrambi i casi, il mancato pagamento del canone annuo di utilizzo dello stadio Bentegodi, relativo alle stagioni di campionato dal 2014 al 2020.
Una situazione debitoria giunta in questi giorni ad una fattiva risoluzione per l'Hellas Verona, che ha sottoscritto con il Comune un accordo per il pagamento, in 12 rate, di tutti i canoni d'affitto arretrati. Il debito finora contratto con il Comune dall'Hellas Verona è di 2.761.344 euro, pari a 6 anni di canone annuo di circa 450mila euro. Alla cifra, però, sono state sottratte alcune spese sostenute dalla società sportiva e su cui, da parte degli uffici comunali competenti, sono ancora in corso le opportune verifiche.

La situazione è stata illustrata dall'assessore allo sport Fillippo Rando, insieme ai dirigenti dell'avvocatura civica Giovanni Caineri e dello sport Fabio Salvadego.
«Hellas Verona pagherà al Comune tutta la somma arretrata dovuta - ha detto Rando - Mentre nei prossimi giorni tratteremo anche la situazione debitoria a carico del Chievo, per la quale siamo fiduciosi di raggiungere un accordo. Una situazione complessa che, come per tante altre realtà economiche italiane, è motivo di difficoltà per le società sportive, sia professionistiche che dilettantistiche. L'accordo già raggiunto, privo di qualsiasi sgravio, è un'ulteriore conferma dalla volontà di Hellas Verona di sanare qualsiasi situazione debitoria. Da parte nostra non può che esservi la soddisfazione di aver raggiunto una positiva soluzione, in grado di venire incontro alle esigenze di entrambe le parti coinvolte. Amministrare una città è diverso dal fare critica politica senza soluzione. L'obiettivo del Comune è quello di trovare sempre un punto di incontro con qualsiasi società sportiva, la cui sopravvivenza è un bene non solo per il mondo dello sport ma, anche, per tutte le persone che al suo interno vi lavorano».

Sullo stesso argomento

Video popolari

Affitti arretrati per l'uso del Bentegodi, il Comune trova accordo con l'Hellas

VeronaSera è in caricamento