Rugby Portrait: una full immersion tra fotografia e sport

L'appuntamento si svolgerà in due giornate e metterà a confronto i partecipanti con un incontro ufficiale del Cus Verona Rugby

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeronaSera

Movimento, azione ed emozioni forti: lo sport è per il fotografo, cacciatore di luci e movimenti, fonte inesauribile di ispirazione. MiMA ha pensato di dedicare una full session/immersion al/nel mondo della fotografia sportiva, organizzando RUGBY PORTRAIT, workshop di due giornate interamente affidato alla guida di un professionista d'eccezione: Sebastiano Pessina, autore di alcuni progetti legati ai celebri All Blacks neozelandesi, del calendario ufficiale della Nazionale Italiana, nonché della campagna stampa Adidas rugby uscita proprio in questi giorni.

Dinamismo dei movimenti, colore ed espressioni cariche di pathos. Tra tutte le discipline sportive, il Rugby è un mondo affascinante per il fotografo, perché può regalare immagini forti ed emozionanti. Fotografare un evento sportivo è raccontare una storia in movimento, emozioni, smorfie, fatica. Ma la sfida non si esaurisce qui. Per il fotografo è fondamentale anche analizzare gli effetti della luce e scegliere un obiettivo adatto in grado di rendere al meglio la velocità dell'azione. Questi ed altri saranno gli argomenti trattati durante il workshop dal tutor d'eccezione Sebastiano Pessina.

RUGBY PORTRAIT darà la possibilità ai partecipanti di conoscere come funziona una sessione di lavoro in studio, ma anche di sperimentare il lavoro sul campo, nel vero senso del termine. Durante la seconda giornata, infatti, i partecipanti si confronteranno con un incontro ufficiale del Cus Verona Rugby contro la compagine bresciana. Una delle realtà più vive nel mondo della pallaovale italiana, il Cus Verona Rugby - associazione sportiva ed ente di promozione sociale nata nel 1963- con i suoi 50 anni di storia ha sempre rappresentato il gioco del rugby della città di Verona. Oggi, il club verdeblu schiera 15 formazioni, alimenta 400 tesserati e si pregia di avere, oltre ad un'ampia scuola giovanile, una forte Prima Squadra che milita nel prestigioso campionato di serie A1, con la denominazione di Franklin & Marshall Cus Verona.

IL PROGRAMMA: L'appuntamento è per sabato 27 ottobre alle 9.30 presso la sede dell'associazione, dove si svolgerà un'intera giornata, fino alle ore 18, di preparazione tecnica e shooting in studio con un gruppo di giocatori del Cus Rugby Verona, sotto la sapiente guida di Sebastiano Pessina. Domenica 28 la giornata inizierà alle ore 10 presso la sede di Santa Maria di Zevio con commenti e suggerimenti sugli scatti del giorno precedente e continuerà nel pomeriggio al campo da gioco del Cus Verona. Terminata la partita, intorno alle 16, si ritornerà in studio per la post produzione, le considerazioni finali e il rilascio degli attestati. I tre migliori scatti verranno scelti dall'artista insieme agli organizzatori e ad essi verrà dedicata un'esposizione on line sul sito del MiMA. Con questo appuntamento MiMA conferma la sua attenzione per il mondo sportivo e per i valori che trasmette, per questo la scelta di organizzare un workshop basato sul rugby, una disciplina che, nonostante la sua apparente aggressività, si fa portatrice di principi di sana e leale competizione, da trasmettere alle nuove generazioni.

Milena Lazzaroni - Direttrice organizzativa e creativa

Via Mirandola, 27 - 37050

S. Maria di Zevio -VR-

Tel. 045-6050601 Cell. 320-6524792

www.mima.cc/ info@mima.cc

Press office: Elisa Andreatta - III Millennium

elisa@terzomillennium.net

T.045 6050601 M.3486949703

I più letti
Torna su
VeronaSera è in caricamento