Provincia Centro storico / Piazza Brà

Aumenta la popolazione a Verona. La provincia con il più alto numero di immigrati di tutta la regione

Secondo il censimento Istat del 2011 il territorio del nord-est ha registrato un notevole incremento di abitanti, ma il merito va soprattutto all'elevato numero di residenti stranieri

Aumenta ancora la popolazione del Veneto e, come dimostrano gli ultimi dati diffusi dalla Regione, il merito è in gran parte dovuto all'elevato numero di cittadini immigrati presenti nel territorio. A renderlo noto il quindicesimo censimento generale della popolazione e delle abitazioni realizzato da Istat.

NELLA REGIONE - Al 9 ottobre 2011, data del censimento, in Italia risiedono 59.433.744 persone. Rispetto al Censimento del 2001 in Italia si registra un aumento della popolazione (+4,3%). Il Veneto, con una popolazione legale di 4.857.210 abitanti, è tra le regioni con incremento maggiore (+7,3%, circa 329.500 persone in più). Grazie ai dati dei censimenti è possibile ripercorrere la storia demografica del Veneto, dall’Unità d’Italia a oggi. Negli ultimi decenni i guadagni in termini di popolazione si devono quasi esclusivamente all’aumento della speranza di vita e, a partire dal 2000, soprattutto al positivo contributo dei flussi migratori dall’estero. Tali dinamiche demografiche hanno avuto conseguenze anche sul profilo per età della popolazione che, in Veneto, così come in Italia, risulta sempre più vecchia. La fascia giovane è in costante diminuzione, tanto che, se nel 1871 i ragazzi sotto i 15 anni rappresentavano un terzo dell’intera popolazione, oggi tale quota si riduce al 14%; al contrario, aumenta significativamente il peso della componente anziana, dal 5,7% nel 1871 al 20,6% nel 2011.

IN PROVINCIA - La quota di stranieri sulla popolazione complessiva rimane più alta a Treviso, Verona e Vicenza (oltre il 10%), ma è Padova a registrare l'incremento più elevato (dal 2,6% al 9,1% della popolazione, ben 6,5 punti percentuali in più). Si tratta delle province che offrono più opportunità occupazionali; i dieci anni trascorsi tra i due censimenti sono infatti nel complesso anni di florida attività economica nella nostra regione, che è stata in grado in questi anni di attrarre e trattenere cittadini stranieri in cerca di collocazione lavorativa. Nello specifico la provincia di Verona registra nel 2011 un numero di abitanti che risulta essere il secondo del Veneto, ovvero 900.542. Prima di Verona c'è solo Padova, con 921.361 abitanti. Nel territorio scaligero, infine, gli stranieri sono 94.340, ovvero 10,5 immigrati ogni 100 abitanti. Si tratta del numero più alto della regione, e della seconda cifra più importante in termini di percentuale, seconda solo a Treviso, dove ogni 100 abitanti 10,7 sono di nazionalità straniera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumenta la popolazione a Verona. La provincia con il più alto numero di immigrati di tutta la regione

VeronaSera è in caricamento