Martedì, 19 Ottobre 2021
Enti Pubblici e Scuole Centro storico / Piazza Brà

Il direttore di Atv Zaninelli sospeso per due mesi, Tosi rinnova la sua fiducia

La richiesta di sospensione deriva dall'indagine in corso sul conto dei due dirigenti per il reato di abuso d'ufficio, per due assunzioni a tempo indeterminato che non avrebbero rispettato la legge

Continua la bufera sulle società cittadine. Dopo l'indagine della procura sui progetti del parcheggio all'ex Gasometro e del filobus cittadino, che ha portato nelle scorse settimane al sequestro di tutta la documentazione relativa da parte della polizia giudiziaria, ora tocca a Stefano Zaninelli, direttore generale di Atv, e Giannantonio Nicolis, direttore del personale del medesimo ente, finire nel mirino per una differente questione.

SOSPENSIONE – Per i due dirigenti è stata chiesta la sospensione dagli incarichi per due mesi, la durata massima. Ieri pomeriggio il giudice per le indagini preliminari ha reso la procedura effettiva, notificata immediatamente dalla polizia giudiziaria. La richiesta di sospensione deriva dall'indagine in corso sul conto dei due dirigenti per il reato di abuso d'ufficio, per due assunzioni a tempo indeterminato che, stando all'ipotesi della procura, non avrebbero rispettato quanto disposto dall'articolo 8 del decreto legge 112 del 2008, quello che impone alle aziende a capitale pubblico di “adottare sistemi che garantiscano la massima pubblicità e trasparenza per il reclutamento del personale e per il conferimento di incarichi”. In un caso ad essere contestata è la pubblicazione dell'annuncio di lavoro durante le festività pasquali, ritenuto quindi “poco visibile”, nell'altro invece esiste il sospetto circa la legittimità dell'assunzione riguarderebbe la conversione a tempo indeterminato di un contratto a progetto.

PIENA FIDUCIA – Intanto, a poche ore dall'annuncio della sospensione, ha preso la parola anche il sindaco di Verona Flavio Tosi, che ha rinnovato la sua fiducia ai quadri Atv. “Continuo ad aver fiducia in Zaninelli - ha dichiarato Tosi- che, come direttore generale di Atv, ha svolto il suo incarico garantendo all’azienda ottimi risultati di bilancio e di gestione”. “Premesso - ha aggiunto Tosi - che la vicenda che lo riguarda dovrebbe essere (e per quanto mi riguarda lo è) coperta dal segreto d’indagine e quindi da me non conosciuta, ricordo che si tratta di un provvedimento preso prima del giudizio e quindi in assenza ancora di un vero processo in cui lui possa esercitare pienamente il suo diritto alla difesa e mi auguro che, quando il processo ci sarà – mi auguro il più presto possibile – possa dimostrare la sua totale estraneità ai fatti contestati”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il direttore di Atv Zaninelli sospeso per due mesi, Tosi rinnova la sua fiducia

VeronaSera è in caricamento