Comune Centro storico / Corso Porta Nuova

Venerdì Gnocolar: divieti e provvedimenti per la sfilata di carri

Il carnevale veronese entra nel vivo e il comune di Verona comunica le azioni intraprese perché la manifestazione si svolga nel miglior modo possibile, senza creare disagi

Con il corteo mascherato, che sfilerà per le vie del centro cittadino venerdì 8 febbraio, entra nel vivo la 483ª edizione del Bacanal del Gnoco, il tradizionale Carnevale veronese.

IL CORTEO - Al corteo parteciperanno circa 70 carri, provenienti da città e provincia. Oltre al Papà del Gnoco e alle maschere della tradizione carnevalesca veronese, sfileranno majorettes e gruppi musicali italiani ed europei.

I DIVIETI - Durante il Carnevale, nelle zone interessate dalle manifestazioni, è vietato utilizzare prodotti schiumogeni di qualsiasi tipo e ogni altro prodotto che possa imbrattare o danneggiare persone o cose. Lo stabilisce l’articolo 14 del vigente regolamento di Polizia Urbana, che prevede una sanzione di minimo 50 euro, alla quale può aggiungersi la responsabilità, anche penale, per molestie. E’ invece consentito l’uso di coriandoli e stelle filanti, anche spray.

IL PERCORSO - L’incolonnamento dei carri mascherati è previsto alle ore 14 in Corso Porta Nuova. Il corteo proseguirà in piazza Bra (intorno ai giardini), Largo Alpini, stradone Maffei, stradone San Fermo, lungadige Rubele, via Nizza, via Teatro Nuovo, piazza Viviani, via Cairoli, piazza Erbe, corso Porta Borsari, via Adua, via San Michele alla Porta, via Diaz, corso Cavour, corso Castelvecchio, largo Don Bosco, Rigaste San Zeno, piazzetta Portichetti, via Barbarani, piazza Corrubbio, piazza Pozza per arrivare in piazza San Zeno.

VIABILITA' - Per consentire lo svolgimento del tradizionale corteo mascherato, entreranno in vigore alcuni provvedimenti viabilistici: 1) dalla mezzanotte di giovedì 7 febbraio alle 8 di sabato 9 febbraio, viene istituito il divieto di sosta in pazza San Zeno 2) dalle 8 alle 20 del giorno della sfilata, venerdì 8 febbraio, viene istituito il divieto di sosta in corso Porta Nuova, lato civici dispari, e nelle seguenti vie e piazze su entrambi i lati della carreggiata; piazza Bra via degli Alpini, Largo Divisione Pasubio, stradone San Fermo, lungadige Rubele, via Nizza, piazza Viviani, via Cairoli, piazza Erbe, corso Porta Borsari, via Adua, via San Michele alla Porta, via Diaz, corso Cavour, corso Castelvecchio, largo Don Bosco, Rigaste San Zeno, piazzetta Portichetti, via Barbarani, piazza Corrubbio, piazza Pozza, piazza San Zeno, via Porta San Zeno, via Vittime Civili della Guerra; nelle prime due file di stalli di sosta in piazza Viviani di fronte a Piazzetta Navona. 3) dalle ore 13 dell’8 febbraio, e per la durata del passaggio della sfilata e del successivo passaggio dei mezzi AMIA interessati alla pulizia delle strade, viene istituito il divieto di transito in corso Porta Nuova, carreggiata lato civici dispari, e nelle vie e nelle piazze elencate nei precedenti punti per il divieto di sosta, e interessate dal percorso della sfilata 4) dalle 12 fino alla fine della sfilata di venerdì 8 febbraio, i posteggi dei taxi di piazza Bra vengono spostati in via Pallone, nell’area compresa tra via Terre e Stradone Maffei, zona in cui viene istituito il divieto di sosta per gli altri veicoli non autorizzati 5) dalle 8 alle 20 dell’8 febbraio vengono sospesi i servizi del trenino turistico, della carrozza con cavallo e l’autobus City Sightseeing.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venerdì Gnocolar: divieti e provvedimenti per la sfilata di carri

VeronaSera è in caricamento