La mediazione umanistica come spazio di cura di sé e delle relazioni