rotate-mobile
Volley

Superlega playoff quinto posto, Verona ko con Milano

Finale 1-3

Altro stop per Verona nel gironcino playoff quinto posto di Superlega. La formazione di Stoytchev perde 1-3 contro Milano e mette da parte così una seconda sconfitta, dopo quella con Monza.

"Nel primo set, nonostante siamo partiti in svantaggio, abbiamo giocato fino all’ultimo,  - ha detto coach Stoytchev a fine match - mi dispiace perché poteva cambiare la partita. Loro hanno difeso tanto, siamo partiti bene nel secondo set, con tre punti di vantaggio, ci ha dato speranza, ma nel terzo set ci siamo incastrati su una rotazione sulla battuta flot di Piano, troppi errori di parte nostra. Mozic, dopo solo due allenamenti completi, aveva bisogno di rifiatare. Anche il quarto set è stato punto a punto, quando li abbiamo riagganciati è l’episodio che decide, ma la partita è stata nella nostra ricezione. Non è stata positiva come doveva essere, e a livello di contrattacco siamo stati sotto le nostre percentuali".

Parte meglio Milano (3-6), ma i gialloblù si mettono pazientemente all’inseguimento e riagganciano sull’11-11. I terminali meneghini, Jaeschke e Patry, provano ad alzare il ritmo, ma con l’ace di Asparuhov tocca a Verona mettere un piede avanti. La sfida continua ad essere combattutissima, avvincente. Il set ball è di Milano, il videocheck però dice che si andrà ai vantaggi, l’Allianz preme sull’acceleratore e la chiude.

Anche nel secondo set gli ospiti partono con un piede avanti, Verona Volley deve inseguire e lo fa affidandosi al top scorer di SuperLega Rok Mozic. I gialloblù cambiano ritmo, Luca Spirito trascina i suoi, e anche l’efficacia del muro torna ad essere decisiva. Milano torna alla carica sul 16-16 con Chinenyeze, Mozic prende di nuovo le distanze con un paio di attacchi che fanno esplodere il Forum, e si arriva agli ultimi scambi. Il primo set ball veronese è annullato da Piano, ma il mani-out di Magalini porta in pari il risultato.

Un gran turno in battuta di Piano apre il terzo parziale in favore di Milano, che balza subito sul +4 e costringe coach Stoytchev a chiedere il time-out. L’ace di Mozic riapre la sfida, il monster block di Magalini chiude uno scambio infinito sul 6-7, e Verona è di nuovo in partita. Milano però cresce in attacco, punto dopo punto, ricreando un solco profondo che, ormai avanti col punteggio, i gialloblù non riescono più a colmare, complice anche un netto calo nelle percentuali offensive. Un errore in battuta veronese decide il set.

Verona riparte dai suoi centrali nel quarto parziale. Nikolic e Cortesia trovano i primi punti, il set è equilibrato e spettacolare, un grandissimo muro di Jensen regala il 10-8; l’Allianz però trova un ace velenoso con Chinenyeze e passa in vantaggio, anche Piano mette due punti a centro rete per prendere le distanze. Ma i gialloblù non mollano, con l’ace di Mozic che vale il 18-19 si preparano a un finale di fuoco. Milano ha a disposizione il match ball, ma il contrattacco di Mozic lo spegne. Si va ancora ai vantaggi, il videocheck ravvisa un tocco a muro milanese che rimanda ancora la resa dei conti, ma l’ace di Ishikawa consegna i tre punti a Milano.

Verona Volley: Cortesia 6, Magalini 10, Vieira de Oliveira 0, Asparuhov 5, Mozic 25, Nikolic 6, Jensen 19, Spirito 3, Qafarena ne, Wounembaina 0, Zanotti ne Donati (L), Bonami (L). All. Stoytchev.
Allianz Milano: Chinenyeze 14, Staforini (L), Daldello 0, Romanò 6, Maiocchi 0, Patry 18, Piano 13, Mosca 0, Ishikawa 14, Djokic 0, Porro 3, Jaeschke 11, Pesaresi (L). All.: Piazza

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superlega playoff quinto posto, Verona ko con Milano

VeronaSera è in caricamento