Volley

Alla scoperta della Pallavolo Cerea a un mese esatto dal debutto in B1

Non una semplice comparsa: la formazione veronese è entrata nel vivo dei propri allenamenti e vuole dire la sua nel complicato girone C

Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente? Il girone C della Serie B1 di volley femminile potrebbe far sorgere questo dubbio reso immortale da Nanni Moretti alle ragazze della Pallavolo Cerea, ma la formazione veronese non ha alcuna intenzione di fare una comparsata in quello che è un raggruppamento tra i più complicati in assoluto della categoria. Si tratta del girone del Nord-Est che comprende molte formazioni venete e un’unica friulana, Udine. Le compagini di spessore non mancano, soprattutto quelle che lo scorso anno si sono fermate ad un passo dalla promozione in A2, ragione per cui bisogna avere il massimo rispetto nei confronti di questi avversari, senza però partire con gli sfavori del pronostico in partenza.

Lo scorso 24 agosto è partita l’avventura di Cerea per quel che riguarda la stagione 2021-2022 con il raduno ufficiale, prima a ranghi ridotti e poi con la rosa sempre più al completo. Vale quindi la pena conoscere un po’ meglio quelli che sono i volti nuovi della squadra. Una delle novità principali è senza dubbio quella della palleggiatrice. Dopo ben sette stagioni, Valentina Caruzzi ha deciso di concedersi una pausa di un anno, rimanendo comunque nel gruppo. Al suo posto ci sarà Maria Paola Scaccia, romana di nascita ma vicentina di adozione, oltre che esperta di play-off promozione, senza dubbio un buon biglietto da visita. 

Molto importante anche l’aggregazione in prima squadra e a tempo pieno di Linda Bersani, giovane centrale che è pronta a compiere il definitivo salto di qualità: da lei ci si aspettano punti e tantissima sostanza. Non mancano i ritorni più che graditi. L’esempio perfetto è quello di Giulia Coscia: dopo qualche anno a Villabartolomea, è di nuovo una giocatrice della Pallavolo Cerea, un’altra centrale che punta a diventare uno dei punti di riferimento della società. 

Gli ultimi cenni li meritano i nuovi arrivi. Sara Gabrielli è anch’essa giovane ma può vantare una buona esperienza in categoria: il suo compito sarà quello di irrobustire la rosa della squadra. Matilde Boso è uno dei talenti della scuola pallavolista di San Donà e di recente si è laureata campionessa italiana Under-19. Infine, farà parte della formazione veneta anche Elena Alberti, palleggiatrice classe 2001 che nella scorsa stagione era con Top Volley Igevo e che vanta molta gavetta in ambito giovanile. Ancora un mese e poi sarà soltanto il campo a parlare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla scoperta della Pallavolo Cerea a un mese esatto dal debutto in B1

VeronaSera è in caricamento