menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Virtus Entella - Hellas Verona 1-2 | I gialloblu allungano verso la Serie A

Bessa e Pisano, nei primi dieci minuti, firmano il doppio vantaggio della squadra di Pecchia e ad inizio ripresa Capuano accorcia le distanze dal dischetto, ma non basta per impedire agli ospiti di conquistare tre punti d'oro

L'Hellas Verona sbanca lo stadio comunale di Chiavari, dove supera per 2-1 la Virtus Entella nella quarantesima giorna di Serie B. 

Grazie ad una delle migliori performance della stagione, i gialloblu tornano dalla trasferta ligure con tre punti che gli permettono di mettere una seria ipoteca sulla promozione diretta, quando mancano due giornate al termine del campionato. 
Non è stata comunque una partita facile per gli scaligeri, contro un avversario che non si è mai arreso, nel tentativo di agguantare il pareggio. L'undici di Castorina è partito forte fin dai primi minuti, creando subito una bella occasione con Caputo, il quale ha sorpreso la linea difensiva avversaria ma, dopo aver evitato l'uscita di Nicolas, ha visto Pisano mettere in corner la sua conclusione. A mettere il match sui giusti binari per la squadra di Pecchia, ci ha pensato allora Bessa, il migliore in campo in questa gara, che ha preso palla al limite e lasciato partire il destro, reso poi imprendibile dalla deviazione dell'ex Ceccarelli. Con gli osipiti in vantaggio, l'Entella non si è persa d'animo e ha ripreso a macinare il proprio gioco, ma poco dopo è dovuta capitolare una seconda volta, quando Pisano ha trovato il colpo di testa vincente sugli sviluppi di un corner. Sotto di due reti nei primi minuti, i liguri hanno comunque continuato ad attaccare per ridurre il gap, faticando però a rendersi veramente pericolosi. Ben messa in campo, infatti la squadra di Pecchia ha potuto contare su un grande lavoro in fase di non possesso del tridente offensivo, che ha mantenuto alta la pressione sui portatori di palla nei primi 45 minuti, impedendo così agli avversari far partire l'azione in maniera agevole e recuperando diversi palloni. Su una di queste ripartenze, al 21' Bessa ha provato un tiro-cross che quasi non sorprende Iacobucci, mentre Zaniolo tre minuti dopo ha messo alta la sfera al termine di una bella combinazione dei suoi, interrotta dalla retroguardia ospite. Sempre aggressivi e pronti a chiudere i varchi per poi ripartire, i gialloblu sono andati nuovamente vicini alla terza marcatura alla mezzora, ma il sinistro di Siligardi, imbeccato da Romulo, non ha trovato la porta, così come Luppi non è riuscito a deviarlo verso la rete. Più lucido nel fraseggio, quindi con meno errori rispetto al solito, l'Hellas è parso essere in pieno controllo del match, con i padroni di casa sempre combattivi ma incapaci di impesierire Nicolas. Al 40' però ecco un sussulto dell'Entella, con la conclusione a botta sicura di Zaniolo respinta col corpo da Ferrari, mentre subito dopo Siligardi ha visto uscire di poco il suo insidioso sinistro. Il primo tempo si è quindi concluso sul 2-0 per gli ospiti, conquistato sotto una scrosciante pioggia che non ha mai smesso di battere sul terreno di gioco di Chiavari. 

L'inizio della ripresa ha visto i padroni di casa ancora sugli scudi, con Ceccarelli che ha rischiato di farsi perdonare la fortuita deviazione del primo gol, con uno splendido destro al volo da dentro l'area che è passato vicinissimo al palo della porta gialloblu. Gli ospiti sono comunque rimasti sul pezzo, nonostante il pressing non fosse più quello dei primi 45 minuti, ma al 53' Caracciolo ha ingenuamente atterrato Catellani in area e Caputo dal dischetto non si è fatto pregare, accorciando le distanze. La formazione di Castorina allora ha profuso il massimo sforzo, continuando però a schiantarsi contro il fortino scaligero, che in tutto il resto della partita non ha concesso una singola vera occasione, mentre al 72' un pallone messo in area da calcio d'angolo ha fatto vacillare la porta di Iacobucci. Nel finale poi le due squadre sono apparse molto stanche, lasciandosi anche andare a qualche eccesso di nervosismo, che è costato il rosso diretto a Di Paola per un brutto intervento su Pazzini. 

Questa vittoria rappresenta un bel passo in avanti verso la Serie A per il club di via Belgio, che ora è atteso dalle ultime due di campionato: la sfida in casa con il Carpi e la trasferta di Cesena. Due partite che in questi giorni sono state al centro di numerose polemiche, per i presunti cori razzisti della partita con il Vicenza che hanno portato alla chiusura per un turno della Curva Sud e per l'intenzione dell'Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive di vietare ai tifosi scaligeri la trasferta di Cesena. Tutte polemiche che rischiano di minare l'equilibrio della squadra, con Pecchia che dovrà essere molto bravo ad isolare i suoi da questa negatività, per compiere gli ultimi due passi fondamentali per il ritorno nel calcio che conta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento