menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vicenza - Hellas Verona 1-0 | I gialloblu si perdono nella nebbia dello stadio Menti

Il derby veneto viene deciso da una rete di Galano arrivata a metà ripresa, con la squadra guidata da Pecchia che non riesce a reagire e sciupa così un'altra buona occasione per allungare in classifica

L'Hellas Verona esce sconfitto per 1-0 dal derby veneto disputato contro il Vicenza e valido per la diciottesima giornata del campionato di Serie B. 
Prestazione sottotono dei gialloblu, in una delle partite in assoluto più sentite dalla tifoseria, e possibilità di allungare sulle dirette inseguitrici che sfuma sul terreno di gioco del Menti. La nebbia ha sicuramente complicato le cose agli uomini di Pecchia, così come la decisione dell'arbitro Nasca di dare solo cinque minuti di recupero dopo che il match è stato interrotto per due volte per la scarsa visibilità, ma sono stati soprattutto gli errori degli ospiti a risultare decisivi. 
Il primo tempo ha visto ritmi alti fin dalle prime battute, con i padroni di casa che hanno aggredito ferocemente gli avversari nel tentativo di soffocarli. I gialloblu sembravano poter gestire la situazione con la circolazione di palla, aspettando il giusto momento per colpire. Ad influire negativamente su questo però ci hanno pensato i tanti, troppi passaggi sbagliati, che non hanno permesso di sfruttare le situazioni che si erano create, come ad esempio un contropiede in superiorità numerica. Errori di palleggio che hanno rinfrancato gli ospiti, che minuto dopo minuto hanno compreso che c'erano diverse falle nel fortino scaligero. Così al termine della prima frazione entrambe le squadre sono ritornate negli spogliatoi con poche, vere occasioni da gol: la conclusione di Luppi al settimo minuto resterà l'unico tiro in porta degno di nota del club di via Belgio. 
Nella ripresa poi entrambe le formazioni hanno abbassato i ritmi di gioco, continuando però a faticare nella fase di costruzione: gli errori si sono susseguiti da una parte e dall'altra, con la formazione di Bisoli che ha trovato le energie necessarie per contrastare un avversario impreciso e di punirlo alla prima occasione, quando la nebbia già limitava di molto la visibilità e dopo le due interruzioni di Nasca (di cui una causata dai fumogeni). A quel punto ci si attendeva la veemente reazione scaligera, che però non è mai arrivata, mentre i biancorossi per poco non raddoppiano a dieci dal termine, stoppati solo da un attento Nicolas. Nel finale i tentativi di assalto dei gialloblu si sono rivelati troppo confusi e i padroni di casa hanno potuto portare a casa i tre punti senza tremare più di tanto. 

Dopo una partita così è difficile non dire che ci sono evidenti problemi nella squadra veronese. Pecchia può sicuramente recriminare per nebbia e recupero (apparso effettivamente per nulla idoneo a quanto avvenuto sul terreno di gioco, viste tra l'altro le numerose perdite di tempo degli ultimi 20 minuti), ma l'Hellas continua a commettere errori che non ci si aspettano dalla formazione che dovrebbe ammazzare il campionato. L'unico vero tiro in porta al Menti è arrivato al 7', dopodiché Benussi non è più stato chiamato veramente in causa: sicuramente la retroguardia di Bisoli ha fatto di tutto per frenare gli attaccanti avversari, ma l'impressione è che i primi responsabili di quello "0" nella casella dei gol fatti siano proprio i gialloblu. 
Adesso le squadre a due punti dal Verona sono 3 (Benevento, Spal e Frosinone) e lunedì ci sarà la sfida casalinga contro l'Entella. 

PRIMO TEMPO - Ritmi subito alti al Menti. Al 5' Bellomo se ne va da solo e serve in area Galano, che prova il tiro a giro ma la difesa si oppone, con l'attaccante che però chiede un rigore per fallo di mano. Due minuti dopo è Luppi a prova il piazzato dal limite, ma Benussi si oppone e Romulo non arriva in tempo per il tap in vincente. Match ancora in equilibrio al quarto d'ora, con i padroni di casa che continuano a mostrarsi aggressivi, mentre i ragazzi di Pecchia sembrano volert attendere il momento giusto. Il Vicenza attacca sulla sinistra e in un paio di occasioni (20' e 26') mette in difficoltà la retroguardia gialloblu, con gli ospiti che provano invece a sfondare sulla destra: nessuno dei due portieri però viene veramente impegnato. Al 28' Siligardi sbaglia il passaggio e sfuma così un ghiotto contropiede per l'Hellas. Serie di errori da una parte e dall'altra e le occasioni da rete latitano. 

SECONDO TEMPO - Ritmi più bassi ad inizio ripresa. Nicolas si salva al 52' su un traversone sbagliato arrivato dalla sinistra e diventato insidioso. Intanto inizia a calare la nebbia sullo stadio Menti. Al 57' l'arbitro Nasca sospende il match per un paio di minuti: vengono poi accese le luci e la partita riprende, ma la visibilità resta precaria. Al 63' Siligardi prova il sinistro da fuori ma la sfera termina sul fondo, non lontana dal primo palo. Zaccagni al 67' ci prova di forza da posizione un po' defilata, ma Benussi smanaccia e Romulo spara alto al volo. Al 69' dopo un'azione sulla destra, la sfera capita sui piedi di Galano, che col sinistro supera Nicolas. La nebbia continua a limitare la visibilità, con le due squadre che sembrano faticare ad imbastire la manovra. Al 80' l'intervento di Caracciolo su Bellomo evita il raddoppio. Sull'angolo successivo è Nicolas a sventare un'incornata diretta in porta. Non molto convincente fino all'85' la reazione dei gialloblu. Finale spezzettato per i continui falli, con Nasca che nonostante la doppia interruzione per nebbia, da solamente cinque minuti di recupero. 

VICENZA - HELLAS VERONA 1-0

MARCATORI: Galano (VI) al 69' 

VICENZA (4-2-3-1): Benussi; Pucino, Adejo, Esposito, D’Elia; Urso, Rizzo; Vita (dal 46' st Orlando), Bellomo, Giacomelli (dal 85' Zaccardo); Galano.

A disposizione: Dani, Bogdan, Renny, Zivkoc, Cernigoi, Fabinho, H'Maidat. Allenatore: Pierpaolo Bisoli.

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Zaccagni, Bianchetti, Caracciolo, Souprayen; Romulo, Fossati, Valoti (dal 72' Zuculini); Luppi (dal 60' Bessa), Ganz, Siligardi (dal 81' Cappelluzzo).

A disposizione: Coppola, Boldor, Troianiello, Maresca, Fares, Riccardi. Allenatore: Fabio Pecchia.

ARBITRO: Luigi Nasca di Bari

AMMONITI: Fossati, Valoti, Pucino, Bessa, Bellomo, Zaccagni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento