menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto © BPE FOTO VERONA

Foto © BPE FOTO VERONA

Verona, il Santamargherita Valpolicella scende in campo e si presenta a Marmomacc

La Prima squadra protagonista all'importante evento in Fiera alla presenza, di autorità, sponsor e stampa. Il match iniziale sarà subito una grande prova da passare, visto il derby contro il Cus Verona

Si è svolta nella prestigiosa cornice della Fiera leader per il settore marmo Marmomacc la presentazione della nuova stagione del Rugby Club Valpolicella, alla presenza di autorità, sponsor e stampa. A fare gli onori di casa il direttore generale del main sponsor "Santa Margherita" Aldo Breoni, assieme al presidente della società di San Pietro in Cariano, Sergio Ruzzenente. L'evento si è tenuto all'interno dell'arena Santamargherita, lo spazio appositamente creato da Santa Margherita per ospitare gli eventi nella tre giorni di fiera.

Dopo i saluti di rito, Ruzzenente ha ceduto la parola al Vice Presidente della Provincia di Verona Marco Ambrosini, il quale si è detto estremamente soddisfatto del connubio tra due eccellenze, quella rugbistica del Valpolicella e quella aziendale di Santa Margherita, grazie al quale la cultura del territorio è promossa e fatta conoscere in tutta la penisola. «Il rugby e il marmo esportano il nome di Verona in tutta Italia, e noi enti auspichiamo alla società i più grandi successi per portare in alto il nome di queste due eccellenze». Gli hanno fato eco le parole di Andrea Pellizzari, in rappresentanza dell'azienda Infracom, che opera opera sul mercato nazionale dei servizi di telecomunicazioni e data center: «La partnership con il Rugby Club Valpolicella si basa sulla condivisione dei principi e dei valori che la palla ovale rappresenta. Tra noi il connubio è nato in modo spontanea, e non possiamo che puntare su una realtà del territorio che punta molto sul legame con la propria terra e i propri giovani».

Il capitano della prima Squadra Matteo Filippini ha poi ringraziato i partner per l'impegno e il sostegno dato alla società, e presentato uno ad uno i compagni di squadra presenti, tra cui il neo arrivato Elia Cokanauto Morisio, figiano classe 1994 che a giugno ha disputato i Mondiali Under 20 in Nuova Zelanda. Ora è tempo di campionato. Alla prima sarà subito grande derby contro il Cus Verona. «Mi raccomando», ha chiosato Aldo Breoni in conclusione di conferenza stampa.

VERSO IL CAMPIONATO - Nell'ultima gara pre campionato, la Prima Squadra del Valpolicella ha nettamente battuto il Fulvia Tour Villadose con il punteggio di 48-0. Gli uomini di Zanella sono andati a segno sia con il pack di mischia, sempre dominante, sia dopo azioni multifase e manovre al largo, segno che i meccanismi di squadra si stanno oliando al meglio in vista dell'esordio in campionato contro il Cus Verona.

A segno sono andati Saccomani, Magrulli, Venturini, Filippini Matteo e Filippini Mattia, Damoli e Plano-Canova. I nerorossi si sono imposti nelle fasi ordinate, legittimando la superiorità di gioco e di categoria con un'ottima prova offensiva e lasciando gli avversari di giornata a zero punti. In campo si è visto pure Elia Morisio, utlity back figiano di origine italiana classe 1994.

SECONDA SQUADRA

Finisce con una sconfitta l'ultimo match amichevole stagionale della Seconda Squadra del Valpolicella. Venerdì sera a Desenzano i ragazzi di Rangone e Puru hanno perso con il risultato di 14-7.

I giocatori hanno sofferto soprattutto la fisicità degli avversari, che hanno alzato la voce sui punti d'incontro facendo valere la maggiore aggressività e adattandosi al meglio alle pessime interpretazioni arbitrali del breakdown e del momento placcato-placcatore. Nel secondo tempo gli allenatori hanno mescolato le carte, il Valpo ha ripreso a macinare metri ed è arrivata la meta di Michela Cortina dopo un bello slalom tra gli avversari. Ma la marcatura del pareggio non è arrivata. Soddisfatti a metà gli allenatori.

UNDER 18

Otto mete marcate (di cui sei trasformate), ma soprattutto una buona occasione per oliare al meglio i meccanismi di squadra e provare tutti i giocatori a disposizione. Finisce con il largo punteggio di 52-5 l'amichevole della squadra di coach Bettini in terra trentina.

Ma nonostante il tabellino lasci pensare ad un match non combattuto e a senso unico, agli avversari va riconosciuto l'aver saputo alzare la voce sui punti d'incontro, mentre i ragazzi nerorossi sono stati talvolta imprecisi nella gestione dei propri palloni. Soddisfatto comunque coach Bettini: "I ragazzi hanno continuato a macinare, andando a marcare diverse volte. E' certamente stato un buon test finale, che ha messo in luce gli aspetti su cui dovremo lavorare da qui all'inizio del campionato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento