Verona, un rigore (molto) dubbio fa smettere di sognare l'Hellas. L'ira di Sogliano: "Ci maltrattano"

Il direttore sportivo sbigottito. Ora l'Europa League sembra più lontana: "Dispiaciuti ed incazzati, abbiamo fatto una grande partita ma evidentemente le favole in Italia devono durare poco"

Foto web

La partita perfetta, non fosse per il generoso rigore concesso alla Lazio nei minuti di recupero, che compromette i sogni dei gialloblù. Un vero peccato, perché il resto della partita era stato bello e ricco di emozioni, col Verona meritatamente in vantaggio per effetto delle marcature di Marquinho, Romulo e Iturbe. Un Hellas che ora non deve scoraggiarsi ma raccogliere le energie per dare tutto nelle due giornate che restano. "Smettere di sognare per episodi come il rigore assegnato alla Lazio ci fa rimanere male. Siamo dispiaciuti ed incazzati, abbiamo fatto una grande partita ma evidentemente le favole in Italia devono durare poco. Torneremo a lottare per la classifica che più ci compete, così non daremo fastidio a nessuno. Sul campo abbiamo dimostrato di meritare la vittoria, nel calcio ci sta tutto ma un rigore così ci fa rimanere veramente male". Amareggiato o come dice lui stesso "incazzato" (e anche di più), il direttore sportivo dell'Hellas Verona, Sean Sogliano si toglie più di un sassolino dalla scarpa. Al centro della polemica c'è il rigore concesso dall'arbitro Paolo Silvio Mazzoleni sullo pseudo intervento di Albertazzi ai "danni" di Klose in area. Questo al 93esimo del secondo tempo.

HELLAS, SFUMA L'IMPRESA ALL'OLIMPICO. UN RIGORE TRADISCE I GIALLOBLU'

LAZIO - HELLAS VERONA 3-3 | IL VIDEO DI TUTTI I GOL DEL MATCH

"L'arbitro di linea non ha detto nulla - spiega Sogliano - ha deciso Mazzoleni, sfortunato quando ci incontra visto che anche contro la Roma ha assegnato agli avversari un rigore che non c'era. Con Iturbe i calciatori della Lazio hanno fatto un gioco al massacro per tutta la partita, mentre lui è stato ammonito per una scivolata e non ci sarà contro l'Udinese. Una vittoria contro la Lazio ci avrebbe fatto sognare, ora è tutto più difficile perché in lizza per l'Europa League ci sono squadre che stanno andando forte".

Continua nello sfogo (comprensibile), Sogliano: "Noi facciamo riunioni con gli arbitri per avere più collaborazione e alla fine non riceviamo nemmeno delle spiegazioni, ci sentiamo come se ci avessero tolto qualcosa, in una partita importante con due grandi squadre questo rigore non sarebbe mai stato fischiato. Oggi andiamo a casa con tanto rammarico. Ora è tutto più difficile, ci prepariamo per fare una grande gara contro l'Udinese".

IL MISTER - Alle parole di Sogkliano si aggiungono quelle di mister Andrea Mandorlini, avvilito per la decisione arbitrale ma incalzante: "Il rigore assegnato alla Lazio? Un episodio molto dubbio, alla fine Mazzoleni ha optato per assegnare il calcio di rigore anche se lo stesso Klose era sorpreso. Non è finita, ma la nostra percentuale di arrivare in Europa League è scesa di molto. Siamo dispiaciuti perché non meritavamo il pareggio, una partita importante è stata rovinata da un episodio e questo ci fa male".

E poi c'è spazio per una battuta sul futuro del "gioiellino" naturalizzato argentino, Juan Iturbe. Sogliano ne è certo: "Lo riscatteremo, dal 1 luglio sarà un calciatore dell'Hellas Verona. Poi il mercato è lungo e decideremo cosa fare".

L'INTERVISTA A SEAN SOGLIANO SU HELLAS VERONA CHANNEL

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento